Salute +

Molnupiravir potrebbe essere il primo farmaco anticovid in Europa

Molnupiravir potrebbe essere il primo farmaco anticovid in Europa

I primi step sono andati a buon fine. E l’ultimo studio effettuato ha certificato che il farmaco antivirale orale Molnupiravir risulta efficace nella riduzione dei ricoveri ospedalieri e dei decessi del 50% fra i pazienti adulti con Covid da lieve a moderato a maggior rischio di progressione verso forme gravi di malattia”.
Per questo motivo, Ema, l’Agenzia europea dei medicinali, ha avviato quella che in termini tecnici si chiama revisione continua (rolling review) della pillola realizzata da Merck e Ridgeback Biotherapeutics. In sostanza, ne valuterà la conformità relativamente ai consueti standard Ue in materia di efficacia, sicurezza e qualità.
In tempi meno lunghi dei consueti, Molnupiravir potrebbe quindi diventare il primo farmaco anticovid nell’Unione Europea.
La comunicazione arriva direttamente dall’Ema.
“La decisione del Chmp – Comitato per i medicinali a uso umano – di avviare la procedura si basa sui risultati preliminari di studi preclinici e clinici – si legge in una nota -I dati suggeriscono che la pillola può ridurre la capacità del coronavirus Sars-CoV-2 di replicarsi, prevenendo così il ricovero o la morte nei pazienti Covid. L’Agenzia valuterà più dati su qualità, sicurezza ed efficacia del prodotto, e la revisione continuerà “fino a quando non saranno disponibili prove sufficienti per consentire all’azienda di presentare una domanda formale di autorizzazione all’immissione in commercio”.
Nel frattempo le due aziende farmaceutiche, secondo quanto si apprende da fonti di agenzia, hanno già inoltrato all’Agenzia del farmaco statunitense (Fda) una richiesta di autorizzazione all’uso di emergenza.
“Questa domanda all’Ema è un altro passo in avanti nei nostri sforzi per portare Molnupiravir ai pazienti di tutto il mondo – ha dichiarato il presidente di Merck Research Laboratories  Dean Y. Li – Riteniamo che Molnupiravir sarà un’importante aggiunta alla gamma di strumenti di salute pubblica per combattere Covid-19, compresi i vaccini che rimangono essenziali e sono la prima linea di difesa contro questa pandemia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  coronavirus