Sistema urbano +

Mestre in sicurezza: girare in città diventa più facile

Mestre in sicurezza: girare in città diventa più facile
Rendering della passerella ciclopedonale sull'Osellino, a Mestre

Dal 21 gennaio al via i lavori per la realizzazione di una passerella sull’Osellino e il nuovo percorso ciclopedonale da via San Pio X a piazzetta Coin

 

Ci siamo. Da giovedì inizierà a prendere forma una delle opere pubbliche più attese per il centro di Mestre.
Ciclisti e pedoni potranno infatti presto scegliere un percorso alternativo alla pericolosa via Colombo.
Il progetto riguarda lo snodo intermodale di piazzale Cialdini, uno dei più importanti e trafficati della città.
Dopo anni di attesa finalmente, in bici o a piedi, si potrà presto spostarsi in sicurezza nella zona.
Qui si realizzerà infatti un ponte ciclopedonale sull’Osellino e un percorso sulla riva del Marzenego.

La passerella sull’Osellino

Si tratta di un ampio progetto che prevede due interventi per complessivi un milione e 200 mila euro.
La prima tranche di lavori riguarda la realizzazione di una passerella a scavalco dell’Osellino. Questa consentirà di evitare di percorrere via Colombo, pericolosa per i ciclisti perchè in entrambe le direzioni circola il tram.

Rendering della passerella ciclopedonale sull’Osellino, a Mestre

Si tratta di un ponte lungo circa 23 metri e largo 4 che metterà in collegamento Riviera Marco Polo con Riviera Coronelli, nelle vicinanze del Policlinico San Marco.
In quest’ultima zona il progetto prevede anche l’ampliamento di 30 metri della ciclabile per raggiungere piazzale Cialdini e 150 metri di nuovi marciapiedi.
Non mancheranno opere di arredo urbano e la riqualificazione delle due sponde dell’Osellino.

A Mestre un percorso sulla riva del Marzenego

Il secondo intervento prevede la creazione di un collegamento ciclabile tra il ponte di Riviera Coronelli con la pista ciclabile di via Poerio, senza occupare l’incrocio di piazzale Cialdini. Sarà realizzata una pista ciclabile lunga 75 metri e larga 2 metri e mezzo che parte da via Colombo e arriva al ponte sfruttando la riva del Marzenego, accanto al mercato di via Fapanni, riqualificata da un intervento di pulizia del Consorzio Acque Risorgive.

Rendering della nuova via Pio X, a Mestre

Nuove rastrelliere e un’isola per il parcheggio delle biciclette troveranno posto all’altezza dei negozi di via San Pio X. L’intera zona sarà interessata anche da vari interventi di arredo urbano, sarà potenziata l’illuminazione pubblica, si sistemeranno i marciapiedi e i parapetti delle zone di affaccio sull’Osellino.

Utilizzando la riva rimessa a nuovo è così possibile arrivare fino a piazzetta Coin evitando la pista di via Lazzari che, con le auto parcheggiate sui due lati, rende difficile il passaggio delle biciclette. Da qui si potrà proseguire per via Poerio, via Brenta Vecchia, via Cappuccina e la stazione ferroviaria. In sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  Mestre