fbpx

Mesthriller 2019: quarta edizione all’insegna del giallo e delle grandi firme

Progetto senza titolo-4

Al via a Mestre dal 29 novembre il festival su giallo, noir e thriller.

 Al Candiani la prima mostra dedicata ai libri gialli e un concorso internazionale di cortometraggi 

 

Tutto pronto per la quarta edizione di Mesthriller. Anche quest’anno arriveranno in città i grandi autori del panorama nazionale giallo, noir e thriller.
Dal 29 novembre al 7 dicembre 2019 sono previsti numerosi appuntamenti che si alterneranno tra il Centro Culturale Candiani, la biblioteca Vez e la libreria Ubik.
Ad aprire la manifestazione Walter Veltroni al suo esordio nel giallo con il romanzo “Assassinio a Villa Borghese”. Assieme a lui si potranno incontrare famosi attori e grandi firme del giornalismo. Tutti gli eventi con gli autori sono a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.(www.mesthriller.it)

A Mestre arriveranno Gianluigi Nuzzi, giornalista e volto della trasmissione televisiva di Rete Quattro “Quarto Grado” con “Giudizio Universale”; Aldo Cazzullo e Fabrizio Roncone, autori a quattro mani di “Peccati immortali”. Da Rai 1 l’attrice Vanessa Scalera, la conosciuta pm Tataranni, racconterà il suo personaggio insieme a Mariolina Venezia, autrice dei libri che hanno dato vita alla fiction. Grande ritorno di Donato Carrisi che per questa edizione alla Vez racconterà il suo lavoro di regista. La chiusura del festival vedrà protagonista al Candiani Giovanni Floris con il thriller psicologico tra identità e fake news “L’invisibile”.

Tanti appuntamenti in “Giallo”

Dopo il grande successo delle scorse tre edizioni, il Festival cresce ancora di più confermandosi ormai un evento di caratura nazionale e un appuntamento imperdibile per gli appassionati. Nel ricco programma troviamo anche la scrittrice palermitana Giuseppina Torregrossa con “Il sanguinaccio dell’Immacolata”; Cristina Cassar Scalia con “La logica della lampara”; Alice Basso, Barbara Beraldi e Paola Barbato autrici di “L’ultimo caso della ghostwriter, “L’ultima notte di Aurora” e “Zoo”; Francesco Recami e il suo romanzo “La verità su Amedeo Consonni”. E ancora Gabriella Genisi e il suo noir mediterraneo “Pizzica Amara”; Sandrone Dazieri con “La danza del gorilla” e Stefano Tura con l’ultimo agghiacciante capitolo della saga di Peter McBride “A regola d’arte”.

Le novità di Mesthriller 2019

L’edizione 2019 del Festival, organizzata dal Settore Cultura del Comune di Venezia, presenta due interessanti novità. Nelle sale espositive del Centro Culturale Candiani si celebra l’anniversario del “giallo” con “Il Giallo fa ‘90”. E’ la prima mostra italiana dedicata alla storia del giallo Mondadori a 90 anni dall’uscita della collana e sarà inaugurata sabato 30 novembre alle 17.

La locandina della mostra “Il giallo fa 90”

Mesthriller Film Fest

La seconda novità è per gli amanti della settima arte. Quest’anno infatti prende il via la prima edizione di “Mesthriller Film Fest
Si tratta di un concorso internazionale di cortometraggi a tema giallo, noir e thriller promosso dal Centro Culturale Candiani e dal Circuito Cinema del Comune di Venezia.
Il concorso video premierà i cortometraggi di finzione e animazione internazionali, della durata massima di venti minuti ciascuno per le opere di tutte le sezioni presentate, che abbiano come tema la suspence in tutte le sue accezioni di genere. Il bando completo e la scheda di iscrizione è disponibile nel sito http://www.culturavenezia.it/candiani

Biblioteca Vez Junior, a Mestre.

Anche i più piccoli potranno avvicinarsi alla lettura divertendosi con Mesthriller Kids.
Il 1 dicembre al Candiani arriverà “Pelle d’oca…!”: spettacoli, letture animate e laboratori che coinvolgeranno i bambini trasformandoli in piccoli detective per un giorno.
Alla Vez invece lo scrittore Gianluca Morozzi mette a disposizione “i ferri del mestiere” per apprendisti autori noir e appassionati del genere. Infine, spazio a bambini e bambine dai 6 agli 8 anni in Vez Junior con la lettura animata di due racconti gialli e la realizzazione di carte da gioco da utilizzare poi in un Memori Game dedicato ad un racconto di Agatha Mistery.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter