M9, lo Spazio e tu. Appuntamenti con la luna

Locandina-M9-NELLO-SPAZIO

Nel Museo del ’900 di Mestre giornate – evento a 50 anni dallo sbarco sulla Luna

Prosegue in M9 il coinvolgente viaggio tra passato, presente e futuro delle esplorazioni spaziali. Era il 20 luglio 1969 quando Neil Armstrong posava il piede sulla Luna. Da quel giorno è passato oltre mezzo secolo. In tanti anni scienza e tecnologia hanno cambiato il rapporto dell’uomo con il cosmo. Lo spazio con i suoi misteri, la luna, i pianeti, il sistema solare sono da sempre materia affascinante e di studio.

M9 offre l’opportunità di confronto sul tema con le giornate – evento “Nello Spazio – Incontri a pochi passi dalla Luna”.
Si parlerà di nuove scoperte scientifiche, dei progetti che coinvolgono le aziende aerospaziali italiane ed estere, della prossima missione per raggiungere Marte. Ma anche di come si vive nello spazio, di come e cosa si mangia. Grandi nomi della scienza e della divulgazione in materia, si alterneranno in un calendario di eventi collaterali legati all’esposizione temporanea “Lunar City”. L’esposizione si potrà visitare in M9 fino al 3 maggio 2020.

“Lunar City” M9 Mestre – Ph© Alessandro Scarpa

“Nello Spazio”: gli appuntamenti

Le giornate evento si svolgeranno tra febbraio e aprile 2020: 8 febbraio; 7 marzo; 3, 4, 5 e 18 aprile. L’ingresso è su prenotazione al sito: www.m9museum.it e alla biglietteria di M9.

Un viaggio a 360 gradi che farà conoscere giovani astrofisiche che collaborano con la Nasa, chef che hanno studiato cibi perfetti per gli astronauti, youtuber che avvicinano i giovani al mondo della scienza e alla sua storia. E ancora le storie di astronauti che hanno passato parecchio tempo nello spazio tra scoperte e imprevisti e registi che hanno cercato di raccontare con le emozioni ciò che succede quando ci si allontana dalla Terra.

L’astronauta Paolo Nespoli

Sarà l’astronauta Paolo Nespoli ad inaugurare il ciclo di incontri, sabato 8 febbraio 2020 alle 17.00 in auditorium del Museo. Lo stesso giorno, alle 19, il regista e video artist tra i più famosi in Italia e all’estero Fabio Massimo Iaquone (ha da poco realizzato lo spettacolo teatrale “Variazioni sul cielo” su Margherita Hack e curato la realise video della nuova mostra di Marco Goldin su Van Gogh), presenterà la video installazione esclusiva “Nello spazio” in sede della mostra “Lunar City”.

Fabio Massimo Iaquone

Con un flusso ininterrotto di immagini e suggestioni sonore, la creatività del suo genio visionario trasforma le architetture del suo stesso museo in arte. Si espandono gli orizzonti dello sguardo e i confini dello spazio, ponendo il visitatore al centro dell’opera. Contestualmente l’astrofisica veneta Sara Buson racconterà il suo lavoro alla Nasa e il traguardo scientifico recentemente raggiunto al quale ha contribuito: la scoperta della prima sorgente di neutrini cosmici , provenienti da un distantissimo buco nero.

Le altre giornate – evento

Sabato 7 marzo 2020, sempre Iaquone presenterà il documentario “ Infinito Hack, oltre l’infinito”dedicato alla scienziata che ha cambiato la storia.
A seguire, alle 18 l’astrofisica Patrizia Caraveo racconterà perché siamo tutti “Conquistati dalla Luna”, il tema del suo ultimo libro. Alle 19.30 il fumettista Leo Ortolani farà conoscere nel suo volume “Luna 2069” il protagonista Rat-Man che compirà proprio in quell’anno una missione verso questo satellite. Alle 20.00 Angelo Pittro, direttore di Lonely Planet, presenterà la guida “Universo” su dove andare, cosa fare e vedere nello spazio, mentre lo chef Stefano Polato ci dirà cosa c’è nel menù di un astronauta. Spiegherà anche i segreti dei cibi che prepara per i membri degli equipaggi e le loro missioni.

Lo chef Stefano Polato

A concludere la giornata sarà il volto noto della televisione Daniele Bossari che aprirà lo scrigno dei suoi ricordi ed esperienze legate all’insondabilità e la spiritualità dell’universo.

Nelle giornate 3,4,5 aprile nel foyer M9 in orario di apertura del Museo più visitatori in contemporanea potranno sperimentare l’esplorazione del sistema solare grazie all’ innovativo strumento Big Rock “Holodech” – Il sistema solare capace di fornire esperienze immersive e condivise attraverso visori in mixed reality.

Il Museo M9 a Mestre

Infine, sabato 18 aprile alle 18.00 in auditorium, Luca Perri, astrofisico e astronomo, star della rete rivelerà tutto ciò che c’è da sapere prima di diventare astronauta e gli imprevisti più divertenti della storia dell’esplorazione spaziale. Alle 19.30 Adrian Fartade, youtuber da migliaia di follower, divulgatore scientifico e storico della scienza illustrerà gli scenari che il 2069 aprirà con le nuove esplorazioni spaziali. Alle 20.00 Giò Alajmo dedicherà alla rock star delle stelle David Bowie uno speciale ritratto.

 

 

 

 

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: