Arte e Cultura +

LA STAGIONE DEI FESTIVAL

LA STAGIONE DEI FESTIVAL


Non ci sarà il Jammin’ ma il nostro territorio è comunque pronto a trasformarsi in un grande palcoscenico a cielo aperto.
Salta l’Heineken Jammin’ Festival, estate da buttare per gli appassionati di musica? Proprio no. Certo dispiace che non si svolga a San Giuliano il più importante festival italiano, ma si sarebbe trattato solamente di tre giorni e in realtà le occasioni di divertimento nei mesi estivi, per il pubblico veneziano e non, davvero non mancano. Si conferma come uno degli appuntamenti più consolidati nell’area veneziana il Marghera Estate Village, che ha aperto i battenti il 10 giugno e che nell’area del Parco Panorama di Marghera terrà banco fino al 23 agosto. Tra le proposte musicali di spicco vanno segnalati sicuramente i Quintorigo il 21 luglio, i Gente d’Zona, fenomeno reggaeton proveniente da Cuba il giorno successivo, Ian Paice, mitico batterista dei Deep Purple, assieme al noto bluesman Tolo Marton il 7 agosto e il 21 Giuliano Palma e i Bluebeaters. Ma la musica, pur essendo presente in tutti i 72 giorni di apertura (e gratuita ad eccezione di sole tre occasioni nell’arco del festival) rappresenta solo uno degli aspetti che in undici anni ha consacrato il Marghera Estate Village come “la” manifestazione estiva di Mestre.
I sei ristoranti con proposte culinarie da tutto il mondo, i mercatini e l’area giochi ne fanno una “piazza” dove ognuno, dai giovani alle famiglie, può trovare l’occasione per passare una piacevole serata, un “rimedio effervescente contro la crisi, per la gente” come recita lo slogan coniato per questa edizione. In controtendenza è andato invece “Tam Tam – Suoni e culture dal mondo”, perché se c’è chi chiude (oltre all’Heineken è saltato quest’anno anche il Marcon Festival) i ragazzi dell’Associazione Srazz sono ritornati in sella e dopo due anni di stop hanno organizzato per tutto il mese di giugno nella bella cornice del Parco Valmarana di Mira Porte la nona edizione della manifestazione. Un festival che ha mescolato nomi emergenti della scena musicale indipendente (Offlagadiscopax, Dente, Paolo Benvegnù), i gruppi più amati del panorama locale (Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451, Zoo Zabumba, Medrano) e alcune chicche come la celebre fanfara macedone Kokani Orkestar. Cambiamento di location invece per un altro festival che sta ottenendo sempre maggiori consensi, il Rock’n’doc, che abbandona a San Donà di Piave l’area giusto a ridosso del fiume, per spostarsi al Parco Nord di Noventa di Piave, dal 17 al 26 luglio, in una zona che, se risulta certamente meno suggestiva, sembra più adatta ad un festival musicale: più grande, più spazio per il parcheggio, meno problemi di orario. Saranno infatti ben tre i palchi dedicati alla musica, che ospiteranno tra gli altri Piero Pelù, Frankie Hi Nrg, Roy Paci e Velvet. Ma non mancherà anche un’area sport e una dedicata alle famiglie con strutture pensate per i più piccoli.
Spaziando fuori dalla provincia veneziana non si può non menzionare la Festa d’Estate nel comune di Vascon (TV), manifestazione che a giugno ha festeggiato la ventiduesima edizione, sempre all’insegna della qualità, con i concerti (gratuiti) di Frankie Hi Nrg, Giuliano Palma & Blueateaters, Marton & Paice e soprattutto lo Sherwood Festival, che nell’area antistante lo stadio Euganeo di Padova, da fine giugno a fine luglio, sfoggia un cast di grande spessore, con alcuni grandi nomi della scena italiana: Subsonica (17 luglio), Negrita (11 luglio), Bandabardò (26 giugno), Alborosie (20 giugno) e come ciliegina sulla torta l’eccezionale concerto dei Prodigy il 15 luglio. Di grandissimo spessore è poi il cast del Piazzola Live Festival che sempre nel periodo tra fine giugno e fine luglio vedrà salire sul palcoscenico dell’Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta (PD), artisti di valore assoluto, quattordici eventi di vario genere differenziati nei target e nell’utenza tra cui spiccano le esibizioni di Laura Pausini (1 luglio), la rivelazione Marco Carta il 4 luglio, seguito il giorno dopo da Franco Battiato e ancora il 6 luglio Moby, per la prima volta in Italia accompagnato da una band. Senza dimenticare James Taylor, Steely Dan, Motorhead e quella che potrebbe essere una delle ultimissime date dei Pooh il 25 luglio dopo la scelta annunciata da Stefano D’Orazio di lasciare il gruppo. Naturalmente la proposta musicale si allarga se oltre ai festival si considerano anche le singole date di grandi artisti italiani e stranieri che toccheranno la nostra zona nei mesi estivi, a cominciare dai concerti in Piazza San Marco che ha visto esibirsi il 21 giugno Massimo Ranieri, il primo luglio Andrea Bocelli e il 24 luglio ospiterà i Simple Minds che con il loro concerto celebreranno i 30 anni di carriera. Nell’ambito di Venezia Jazz Festival il 31 luglio si esibirà Paolo Conte mentre chiuderà la rassegna Leonard Cohen, il 3 agosto. Insomma, considerando che questa è solo una parziale fotografia delle possibilità di intrattenimento che offre la zona, chi ha sete di musica quest’estate non resterà sicuramente a bocca asciutta.
DI ANDREA MANZO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.