fbpx

La misura del progresso di una comunità

M13-edit

Metropolitano dedica la copertina di questo numero, il primo del nuovo anno, a Lele Vianello, l’illustratore veneziano di fama internazionale che, in una intervista di Consuelo Terrin, racconta della sua ultima fatica, “Mari del Sud”. A guardare le sue tavole, sembra quasi che le case di Malamocco, il piccolo e straordinario borgo di pescatori sull’isola del Lido di Venezia dove vive, abbiano finestre miracolose. Basta affacciarsi per accedere a mondi fantastici e strabilianti. Sembra che basti riempirsi i polmoni di quell’aria che sa di mare quando tira a Scirocco e se soffia da sud, a Garbin, sa del salmastro della Laguna per dar vita a storie di un viaggio infinito fra isole sconosciute e terre lontane. Perché questa è anche l’isola di Hugo Pratt, maestro e amico di Vianello, padre di Corto Maltese, che a Malamocco ha passato parte della sua vita e qui ha lasciato tracce indelebili.

Ma il numero del Metropolitano che avete fra le mani, apre su una delle nostre eccellenze. Fatta di lavoro, buone pratiche e di una cultura civica di una comunità che è cresciuta negli anni. Venezia Metropolitana è al primo posto in Italia (rapporto Ispra 2017 su dati 2016) per raccolta differenziata dei rifiuti. È un primato che va letto con ancor più soddisfazione viste le difficoltà di una delle più complesse aree urbane in Italia nella quale si raccolgono rifiuti quanto quelli nell’intera regione del Friuli Venezia Giulia. Per parlare di immondizia, si deve ragionare per sottrazione. Qui, nell’area metropolitana di Venezia, solo quello che rimane dopo la differenziata è “immondo” e anche quell’immondo è capace di generare nuova economia. Tutto il resto è valore. Valore in termini di efficienza, di risparmio e minori costi, valore in termini di produzione di energia, valore in senso etico. Il segno di un progresso civico e culturale che abbraccia le virtù di un’economia circolare che fa bene a tutti. Per la città d’acqua, strutturalmente complessa dal punto di vista logistico, è stato introdotto il porta a porta con un conferimento specifico e differenziato sei giorni su sette che sarà ulteriormente sviluppato, con uno sforzo impressionante da parte dell’Amministrazione in termini di mezzi e uomini impiegati. Il tema della gestione dei rifiuti è uno dei tratti distintivi della qualità di ogni amministrazione pubblica, e mette oggi l’area metropolitana di Venezia ai primi posti in ambito nazionale.

Nell’anno del centenario dalla nascita di Porto Marghera, Pilkington riaccende l’altoforno dopo un fermo durato cinque anni. Una buona, ottima notizia che raccontiamo in questo numero perchè rappresenta il simbolico cambio di passo per Marghera e per tutta l’area metropolitana. Buona lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter