Ambiente +

Giorni della merla: freddo e precipitazioni al Sud, nebbia al Nord

Giorni della merla: freddo e precipitazioni al Sud, nebbia al Nord
@brunobello

L’origine del nome è controversa e si lega a diverse leggende.
Da quelle, più classiche, che si legano ad alcuni comportamenti tenuti dalla femmina di questo uccello, che si dice avrebbe ad esempio assunto il colore nero per essersi rifugiata con i suoi piccoli all’interno di un comignolo per proteggersi dal freddo pungente.
Ma si fa riferimento anche a una nobile “de Merli”, che avrebbe attraversato il Po ghiacciato per andare a marito. O, addirittura, a un cannone, chiamato “la Merla”, che sarebbe stato portato da una riva all’altra del più grande fiume italiano anche in questo caso sfruttando la gelata.
Gli ultimi 3 giorni di gennaio, in ogni caso, sono tradizionalmente chiamati “i giorni della merla”.
E sono i più freddi dell’anno.
Una condizione che, a sentire i meteorologi, si ripeterà anche nei prossimi giorni, quando è previsto il rischio di ghiaccio e neve per l’arrivo sull’Italia di un nuovo fronte freddo proveniente dal Nord Europa.
Fino a domani, giovedì 27 gennaio, spiegano gli esperti del sito www.iLMeteo.it, le condizioni resteranno stabili, tra le nebbie in Val Padana e le nubi basse che caratterizzeranno le zone centrali del Paese, in particolare quelle litoranee, con poco sole e clima particolarmente freddo.
Un ulteriore abbassamento della colonnina di mercurio, con possibili precipitazioni che non si escludono di carattere nevoso fino a bassa quota come quelle che hanno interessato nelle ultime giornate anche la Grecia, è però atteso a partire da venerdì 28.
L’alta pressione, infatti, tenderà a ritirarsi ulteriormente verso ovest, aprendo un corridoio in cui si dovrebbero inserire le correnti freddi ora posizionate sui Balcani.
Le regioni maggiormente interessate dal peggioramento del tempo sarebbero quelle meridionali, dove qualche prima pioggia è attesa sul basso Tirreno già da giovedì, e quelle del versante adriatico del centro.
A nord, invece, i meteorologi prevedono che si faranno sempre più fitte le nebbie, accompagnate dalla possibilità di gelate notturne a carattere locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  meteo