Turismo +

Giornata Nazionale del Trekking: i percorsi italiani

Giornata Nazionale del Trekking: i percorsi italiani
Cividale del Friuli

Sono 77 i comuni, da Nord a Sud Italia, che hanno aderito alla XVIII edizione della Giornata Nazionale del Trekking Urbano, in programma domenica 31 ottobre.
Tema di quest’anno: “Una sana follia. Alla scoperta del territorio attraverso i suoi bizzarri personaggi“, ovvero l’esplorazione delle diverse località attraverso storie e racconti legati a personaggi originali e alle loro vicende.
La manifestazione, ideata nel 2002 dal Comune di Siena, in collaborazione con l’associazione nazionale guide turistiche, ha l’obiettivo di far riscoprire e valorizzare, a passo lento, l’anima green delle città italiane attraverso una serie di passeggiate in città, percorsi che uniscono arte, cultura, spiritualità, prodotti gastronomici tipici e piccoli tesori nascosti e poco conosciuti d’Italia.

Bassano del Grappa, Palazzi in Destra Brenta

In elenco ci sono tanti capoluoghi di provincia come Torino, Ancona, Trento, Urbino; ed anche piccoli borghi poco conosciuti al grande pubblico, ma con una storia tutta scoprire, tra questi Narni, Centuripe, Monselice, Murlo, Oderzo, Roncade e San Severino Marche.
I percorsi avranno una durata media di tre ore.

Tante proposte, tra storia, letteratura e architettura

Le esperienze sono variegate e per tutti i gusti: Ivrea dedica il percorso ad Adriano Olivetti, fautore di un modello unico ed eccezionale di Città Industriale; a Siena si racconterà, tra le altre, la storia di Cecco Angiolieri, spregiudicato e fine poeta, rivale “di penna” di Dante Alighieri.
L’itinerario promosso da Palma di Montechiaro, in Sicilia ripercorre i luoghi del “Gattopardo”, celebre romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa mentre a Ercolano si camminerà lungo il Miglio d’Oro, tra antichi romani e nobili borbone.

trekking
Ercolano, Villa Campolieto


A Prato si seguiranno le orme di Curzio Malaparte; a Mantova si racconteranno i personaggi del ‘900 cittadino come il pilota Nuvolari o il ciclista Guerra; a Bologna si andrà alla scoperta di Giambardi della sega e il Divin Fittone, personaggi della Belle Époque in salsa bolognese.

Un refolo di straordinaria follia condurrà i trekker alla scoperta di una Conegliano di Valdobbiadene inaspettata, con un brindisi finale rigorosamente con il prosecco locale nella suggestiva cornice del Castello; a Passirano, nel bresciano, si passeggerà tra natura, storia e bollicine nel cuore della Franciacorta; a Sondrio si andrà alla scoperta di sentieri e storie di montagna, da Castello Masegra alle cassandre; a Pisa si ripercorreranno i passi di D’Annunzio con un itinerario che va da Bocca d’Arno fino alla Tenuta di Tombolo; a Massafra, in Puglia, si rivivrà la storia del Rione degli Ostinati, tra maghi, santi, medici e narranti, attraverso il filtro delle tradizioni popolari e i filtri delle pratiche magiche.

trekking
Il castello medievale di Masafra

I luoghi raccontano i loro personaggi più bizzarri

“Già nel 2020 c’è stato un aumento del 15-20% che ha riguardato tutte le fasce d’età di “nuovi viandanti” – commenta l’assessore al turismo del Comune di Siena Alberto Tirelli – La Giornata Nazionale del Trekking Urbano è un grande appuntamento che si rinnova sul solco di quella che è la tradizione del trekking urbano, una modalità di vivere il turismo e il territorio in maniera libera e ricca di sorprese. Un’attività che coniuga sport, arte, gusto e curiosità. Quest’anno, in particolare, sarà un viaggio che si dipana attraverso il racconto dei personaggi bizzarri, eclettici e geniali delle città. Un elogio della follia che coniuga come sempre, cultura, benessere ed enogastronomia per quel turismo dolce che dal 2002 caratterizza questa giornata e questo modo di vivere i territori”.

trekking

Una study visit europea per conoscere il nuovo tipo di turismo

Il testimonial dell’evento è Gianpaolo Fattori, già tedoforo italiano dei XXIII Giochi Olimpici invernali 2018 di Pyeongchang in Corea del Sud, con all’attivo un’esperienza di camminata in solitaria dell’intera Via Francigena, da Canterbury a Roma, macinando zaino in spalla quasi 2.300 km in 78 giorni.
Quest’anno la Giornata nazionale del Trekking urbano ospita una delegazione delle città partner di URBiNAT, il progetto finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020 dell’Unione Europea che promuove la rigenerazione di spazi verdi attraverso un percorso condiviso tra pubblica amministrazione, associazioni e comitati e cittadini comuni, e di cui fanno parte Siena, Porto, Nantes, Sofia, Nova Gorica, Bruxelles e Høje-Taastrup.
Si tratta di una study visit europea per conoscere questo nuovo modo di fare turismo all’interno delle città, privilegiando gli angoli meno noti e nascosti, e mutuarla come buona pratica anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.