fbpx

Fattorie didattiche: alla scoperta del Veneto rurale col “turismo lento”

Fattorie didattiche mani bambini

Scoprire e riscoprire il paesaggio e le sue stagioni, le coltivazioni, i prodotti della terra e gli animali.
Ma anche i tempi, i mestieri e lo stile di vita di chi nella fattoria abita e lavora. La “Giornata aperta delle Fattorie Didattiche” torna, con la 17^ edizione, domenica 13 ottobre.
Per invitare tutti, non solo i più giovani, a riscoprire anche nel terzo millennio il mondo rurale che continua a vivere nel nostro territorio. E salvaguardare così il patrimonio di tradizione e cultura delle nostre campagne.

La Giornata aperta

Sono più di 170 le aziende agricole e agrituristiche di tutto il Veneto ad aver aderito.
25 di queste sono del territorio metropolitano veneziano: 4 di Campagna Lupia, 1 di Cavarzere, 2 di Ceggia, 2 di Cona, 1 di Concordia Sagittaria, 2 di Jesolo, 2 di Marcon, 1 di Meolo, 1 di Mirano, 1 di Noventa di Piave, 3 di Portogruaro, 2 di Scorzè, 1 di Vigonovo e 2 di Venezia (Campalto e Zelarino).
Ogni fattoria propone uno specifico programma di attività, in base alla propria identità produttiva, territoriale e culturale.

Due i fili conduttori. Il primo è l’offerta esperienziale legata al cosiddetto “turismo lento”. Il secondo le “sei A” alla base dei percorsi formativi promossi dalle fattorie: agricoltura, ambiente, alimentazione, attività motoria, arte, amicizi@.
Azioni normalmente svolte in ambito scolastico, che in questa occasione si aprono anche a famiglie e adulti.

Le visite sono gratuite, ma è indispensabile la prenotazione alla fattoria prescelta: in loco, online (http://www.regione.veneto.it/web/turismo/giornata-aperta) e su facebook (www.facebook.com/fattoriedidattichedelveneto).

Taglio dell’uva alle Fattorie didattiche

Il concorso “Agricoltura, che avventura”

In occasione della Giornata aperta, verrà lanciata anche la seconda edizione del concorso “Agricoltura, che avventura”.
L’iniziativa si rivolge ai bambini dai 6 ai 10 anni, con laboratori creativi dedicati ai temi dell’agricoltura e della cultura rurale.
L’invito rivolto loro è quello di vivere la natura e l’ambiente, cimentandosi in testi e disegni sul mondo rurale.

Pigiatura dell’uva alle Fattorie didattiche

A partire da domenica, sarà possibile partecipare al concorso fino al 30 novembre.
Tre i temi proposti per racconti e disegni: “Esplorando l’ambiente e la natura”, “Scoprendo i segreti della buona agricoltura”, “Assaporando le delizie della terra pura”.
Gli elaborati migliori saranno premiati con gift card per l’acquisto di libri, materiale scolastico e attrezzature per lo sport o con biglietti per il cinema.

Sono 7 le fattorie didattiche che ospitano i laboratori: nel Veneziano, la Biofattoria sociale Casa di Anna di Zelarino. Per partecipare, si può scaricare l’album “Le avventure di Chicco” e il modulo di partecipazione su psrveneto.it. A spiegare come partecipare, in maniera facile e divertente, sarà infatti il “testimonial virtuale” Chicco, un simpatico chicco di grano disegnato come fumetto.

Bimba con pony alle Fattorie didattiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter