Economia +

CONTABILITÀ E FISCALITÀ. CHE FARE?

CONTABILITÀ E FISCALITÀ. CHE FARE?


Consigli utili per imprese, cittadini e società sportive del territorio.
Contabilità e fiscalità, che fare? Se lo chiedono sempre più spesso privati cittadini e imprese, piccole o grandi, del nostro territorio che devono fare i conti con normative sempre più complesse ed in continuo mutamento. Sovente per il cittadino la tentazione è quella di provare ad arrangiarsi. In fin dei conti sembra facile: basta munirsi del “libretto delle istruzioni” e armarsi di pazienza. Ma il rischio è in realtà di non sfruttare i reali vantaggi che solo un professionista del settore è in grado di conoscere.
«Rivolgersi ad uno studio di professionisti significa utilizzare al meglio gli strumenti messi a disposizione dalla legislazione. La cosa più importante è che questo può rivelarsi un vantaggio economico anche per il cliente stesso». Spiegano Tiziana Vigato e Stefania De Vei che, forti di una pluriennale esperienza lavorativa nel campo tributario, sono titolari dello studio Servizi Contabili e Fiscali, con sede nella centralissima via Piave di Mestre. Uno studio che si occupa di servizi al privato e alle imprese: dalla contabilità aziendale, fornendo alle imprese l’assistenza necessaria per lo svolgimento di tutti gli adempimenti tributari e amministrativi connessi alla loro attività, all’assistenza ai privati per la compilazione e l’invio di dichiarazioni dei redditi, di successione, ai bollettini ICI, ai modelli RED Inps ed Inpdap.
«C’è chi preferisce arrangiarsi da solo e, si badi bene, per compilare per esempio un 730 basta effettivamente leggere le istruzioni. Ma si rischia, per risparmiare pochi euro, di non sfruttare benefici economicamente ben più corposi. Senza dimenticare che grazie alle nuove tecnologie oggi uno studio come il nostro immette i dati in via telematica direttamente nella banca dati all’Agenzia delle Entrate e grazie all’informatizzazione riceviamo subito un avviso se qualcosa non è stato inserito correttamente. Il vantaggio di rivolgersi ad un professionista è anche quello di delegarlo a ricevere e gestire gli avvisi di irregolarità, senza che questo arrechi alcun disturbo al cliente».
Numerose anche le aziende o i lavoratori autonomi che si rivolgono ad uno studio di professionisti per trovare le risposte migliori in un ambito in continua evoluzione. «Negli ultimi anni sempre più aziende, o professionisti, si rivolgono a noi – spiegano le titolari dello studio – questo anche perchè per esempio una realtà come la nostra è in grado di fornire tutta una serie di servizi. C’è infatti chi si specializza sulla gestione contabile vera e propria e chi come noi cerca di fornire un servizio completo. Oggi come oggi in tema di servizi contabili e fiscali la materia è così complessa e variegata che bisogna essere estremamente flessibili e costantemente aggiornati per soddisfare le esigenze della clientela. Noi preferiamo non dire mai di no e anche quando ci viene richiesto un servizio nuovo ci adoperiamo per trovare la miglior soluzione».
Le titolari dello studio Servizi Contabili e Fiscali hanno inoltre scelto di specializzarsi anche nell’ambito sportivo, tanto che tra i vari clienti hanno anche la gestione contabile del Comitato Regionale Veneto della Federazione Italiana Pallacanestro, oltre che società sportive, palestre, scuole di danza. «Anche le società sportive, a prescindere dalle dimensioni, oggi come oggi sono soggette all’osservanza di norme sempre più numerose e sempre più rigide. Se una volta, per intenderci, a livello di contabilità ci si limitava ad una “prima nota” oggi la questione è molto più complessa. Basti pensare a come sono disciplinati per esempio i contratti di collaborazione sportiva. Ci vuole molta più attenzione da parte delle società poi per beneficiare delle agevolazioni previste. Ecco perché consigliamo di rivolgersi ad uno studio specializzato del settore come lo siamo noi. Chi non lo fa non sfrutta delle opportunità».

E si scopre che anche per chi lavora tutta il giorno con i freddi numeri la differenza può farla l’approccio personale. «Noi abbiamo scelto di avere un approccio tutt’altro che distaccato con la clientela e abbiamo visto che è molto apprezzato. Niente segreteria o sportelli, ma l’interlocutore del cliente è sempre la persona che ne sta seguendo la pratica. Questo è il nostro modo di fare e ci è venuto estremamente naturale proporlo anche nel nostro ambito lavorativo, scoprendo poi che è a suo modo qualcosa che ci distingue. Ed è avvenuto anche che, in alcuni casi, il rapporto personale con i clienti si sia trasformato in un rapporto di vera e propria amicizia».
DI PIETRO POLO
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.