fbpx

Concorso “Artefici del nostro tempo”: al via la seconda edizione

01 Artefici logo
Dopo il grande successo della prima edizione, torna “Artefici del nostro tempo”.
Il concorso chiama quest’anno i giovani artisti emergenti a misurarsi con il tema proposto dalla prossima Biennale Architettura 2020:”Come vivremo insieme?” (“How will we live together?”).
Pittori, designer, fumettisti, fotografi, poeti o anche video maker dovranno quindi ispirarsi nel corso del processo creativo a un interrogativo quanto mai ampio, che consente di allargare lo sguardo su nuovi orizzonti.
Bandito dal Comune di Venezia in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Forte Marghera, Fondazione Bevilacqua La Masa, Istituzione Bosco e Grandi Parchi, Venis Spa e Consorzio Promovetro Murano, “Artefici del nostro tempo” rappresenta un’occasione importante per porre l’accento sulle nuove tendenze artistiche e per promuovere concretamente giovani creativi emergenti.

Artefici del nostro tempo

Potranno partecipare al concorso artisti singoli o in collettivo. Ma tutti dovranno avere un‘età compresa tra i 18 e i 35 anni “non ancora compiuti alla data di scadenza del bando”, recita il regolamento. L’iscrizione è completamente gratuita. Requisito essenziale è  la nascita o la residenza in Italia. Sono ammessi però anche gli studenti o i lavoratori nel nostro Paese.
La posta in palio può davvero cambiare la vita artistica di questi giovani.
Chi vincerà potrà infatti esporre le proprie opere in alcune delle più importanti sedi museali del Comune di Venezia, proprio durante la 17. Mostra Internazionale di Architettura.
Lo scorso anno il premio ha addirittura valicato i confini nazionali, dando l’opportunità ai vincitori di presentare le proprie creazioni in Oman, nella Stal Gallery di Mascate.

Le sezioni del concorso

Anche quest’anno potranno ambire a questo prestigioso traguardo 10 opere per ognuna delle discipline artistiche in gara: Design del vetro, Fotografia, Fumetto e Illustrazione, Pittura, Poesia Visiva, Video clip musicali e Street art.
Le prime tre opere classificate per ciascuno di questi indirizzi artistici riceverà, oltre alla prestigiosa esposizione, un premio in denaro. Al terzo posto andranno 1000 €, al secondo posto 2000 € e al primo posto 3000 €.

Il vetro di Murano in Concorso

La sezione Design del vetro, new entry di questa edizione, sarà invece ulteriormente suddivisa in due categorie: “progetto per opera in vetro da realizzare” e “opere in vetro già realizzate”.
Per la prima ci sarà un unico premio al primo classificato di 3000 €. Per la seconda verranno assegnati 1000 € al terzo, 2000 € al secondo e 3000 € al primo in classifica.
Il bando lascia comunque aperta la possibilità a un ulteriore riconoscimento in denaro per chi, “pur non vincitore della propria disciplina, si sia comunque distinto e sia stato particolarmente apprezzato dalla giuria”.

Opere inedite per “Artefici del nostro tempo”

Le creazioni dovranno essere “inedite, originali e frutto dell’ingegno degli artisti” e dovranno essere state realizzate dopo il 1 Gennaio 2019, a eccezione delle opere in vetro che saranno ammesse solo se realizzate successivamente al 1 Gennaio 2017 e tassativamente in una fornace di Murano.
Attenzione: la possibilità di iscriversi scade alle ore 23.59 del 15 marzo 2020.
All’interno del sito del Comune di Venezia i candidati potranno trovare il modulo on-line per l’iscrizione e la conseguente registrazione attraverso le proprie credenziali SPID.
Per qualsiasi informazione o chiarimento rispetto alle modalità di svolgimento del concorso, qui trovate il bando completo.
In alternativa, si può contattare il Contact Center al numero  041.041, dalle 9 alle 13, oppure consultare la piattaforma online DIME (dime.comune.venezia.it).

2 commenti su “Concorso “Artefici del nostro tempo”: al via la seconda edizione”

  1. Salve mi chiamo Rossi Marco,vorrei avere informazioni sul fatto se per partecipare al concorso devo fare per forza la registrazione attraverso spid dopoché ho difficoltà nell’attivarlo.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter