fbpx

Carnevale di Venezia: la magia del Ballo del Doge

Il-Ballo-del-Doge-AS-2

 

Nelle fasi di preparazione dell’evento più glamour ed esclusivo del Carnevale di Venezia, Antonia sautter, madre del Ballo del Doge, ci apre le porte dei suo atelier, a due passi da San Marco.

I lavori fervono, le sarte stanno ultimando gli spettacolari costumi del magico ballo che il 22 febbraio si terrà alla Scuola Grande della Misericordia.

 

“Questa edizione sarà grandiosa – anticipa Antonia Sautter – Il mio obiettivo è che ogni nuova edizione dell’evento sia più fantasmagorica ed emozionante della precedente. Quest’anno la location della Scuola Grande della Misericordia si presta in modo particolare con i suoi magnifici spazi e la tanta storia che si respira al suo interno. C’è un’atmosfera densa di venezianità. Stiamo lavorando alacremente per creare il sogno perfetto”.

 

 

 

Mentre ci racconta del nuovo evento le brillano gli occhi e le parole sgorgano una dietro l’altra. Il suo Ballo del Doge si è guadagnato negli anni il titolo di evento del Carnevale veneziano più famoso nel mondo.
Ventisette edizioni si sono susseguite senza mai lasciare nulla al caso.

 

 

“Quest’ultima – dice ancora Antonia Sautter – sarà prima di tutto un sogno. Un viaggio nei fasti del passato, un medley dei migliori spettacoli proposti finora”.
Il tema scelto per l’edizione 2020 è così “Carnival Rhapsody – Provocation, Redemption, Miracle”. Rapsodia, Provocazione, Redenzione, Miracolo. Un’antologia dei momenti più emozionanti di tutte le 27 edizioni del Ballo del Doge”.

Potevamo perdere l’occasione di farvi entrare nella magia?
Nel video di Metropolitano.it il sogno si fa immagine concreta, il medley voce non solo dell’evento ma anche del prezioso artigianato veneziano.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter