Bibliobus pronto a partire. Riaperto il servizio prestiti nelle biblioteche

La fase 2 delle biblioteche a Venezia prevede prestiti richiesti online e libri in quarantena dopo la restituzione. Primi passi verso la normalità

Le sembianze sono quelle di un normale autobus ma al suo interno ci sono poltroncine e tanti libri sugli scaffali. Si chiama Bibliobus ed è la nuova formula della biblioteca itinerante pronta a partire.
Non appena finirà l’emergenza Covid 19 lo vedremo girare sul territorio per portare libri e animazione in tutta la terraferma del Comune di Venezia.
Il programma “di viaggio” ha come base di partenza le biblioteche Vez e Vez Junior di Mestre da dove Bibliobus inizierà il suo tour con una proposta sempre aggiornata. 

La nuova biblioteca su ruote

Bibliobus arriverà al Villaggio Laguna di Campalto, Marghera sud, al Circus di Chirignago, solo per citare dei luoghi. E ancora a Cà Sabbioni, Trivignano, Dese e in altre frazioni della terraferma. In particolare nei posti lontani dai servizi bibliotecari.

“Inizialmente – spiega l’assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia Simone Venturini – erano previste tappe pomeridiane nelle varie località. Ora bisogna rimodulare il programma sulla base delle misure di prevenzione anti Coronavirus. Stiamo pensando di estendere l’orario di circolazione di Bibliobus dalla mattina alla sera con più località raggiunte durante l’intera giornata. Se tutto andrà bene, prevediamo di iniziare l’attività di biblioteca itinerante nel mese di giugno”.

Una cultura viva per i giovani

Il programma di Bibliobus prevede per i più piccoli una vasta scelta di libri accompagnati da letture animate e spettacoli di intrattenimento con musica e video in collaborazione con le associazioni del territorio. Per gli adulti gli operatori sono invece a disposizione per richiedere volumi che saranno consegnati alla successiva tappa nel quartiere. Per tutti ci sarà l’imbarazzo della scelta in una proposta di lettura sempre variegata.

Come sarà Bibliobus?

La nuova biblioteca su ruote avrà la veste che sceglierà il pubblico.
E’ possibile infatti indicare la propria preferenza, tra le 3 proposte, sulle pagine Instagram e Facebook del sindaco Luigi Brugnaro.

C’è tempo per votare fino alle 21 di domenica 10 maggio.
Con l’aiuto dei genitori per i più piccoli, basta indicare il numero della grafica preferita nei commenti.

Si riapre con i prestiti su prenotazione

Nel frattempo, è iniziata la fase 2 anche per la Rete biblioteche Venezia.
Da venerdì 8 maggio infatti Vez a Mestre, la civica di Marghera, Hugo Pratt al Lido e la biblioteca della Fondazione Querini Stampalia a Venezia, riaprono il servizio di prestito libri su prenotazione dal lunedì al sabato con orario continuato dalle 09.00 alle 19.00.
Per la richiesta dei libri, che dovrà essere fatta via mail, telefonicamente o presentandosi di persona, tutte le informazioni si trovano on line in culturavenezia.it/biblioteche e facebook.com/VEZMestre.

La biblioteca Vez a Mestre

“La riapertura delle biblioteche almeno per i prestiti – sottolinea l’assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia Simone Venturini – è uno degli importanti segnali che la Città sta ripartendo. Nei prossimi giorni riapriremo tutte le altre realtà bibliotecarie presenti sul territorio, seguendo un preciso protocollo di sicurezza. Le entrate nei locali sanificati per prendere i libri sono contingentate. Si accede uno alla volta con mascherina e guanti e i volumi restituiti, vengono sanificati e tenuti “in quarantena” per due settimane prima di rientrare nel circuito prestiti. Al momento non è consentito l’accesso alle sale di lettura e sarà fondamentale la collaborazione e il senso di responsabilità da parte dei cittadini per svolgere al meglio il servizio nel rispetto delle regole che garantiscano la sicurezza sanitaria per tutti”.

Biblioteca Vez Junior, a Mestre.

Oltre al prestito di libri c’è sempre la possibilità di fruire dei servizi bibliotecari on line (compresa l’iscrizione alla Rete biblioteche Venezia) e del catalogo e-book che consente l’accesso gratuito a oltre 70 mila documenti digitali.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Potrebbe interessarti anche: