fbpx

Mestre che cambia: la rinascita di Altobello

Rendering del progetto comunale di riqualificazione urbana per l'area di Altobello
Nella foto in alto: rendering del progetto comunale di riqualificazione urbana del quartiere Altobello a Mestre

600 mila euro per il nuovo look del parcheggio e dell’area tra le vie Bissolati e Corridoni

Mestre sta cambiando. Passo dopo passo i segnali della sua trasformazione sono ben visibili passeggiando per le vie e le piazze della città e visitando i suoi quartieri.
Nell’ottica della riqualificazione urbana anche il cuore di Altobello, tra le vie Bissolati e Corridoni ritornerà presto a nuova vita.
Il Comune di Venezia ha accolto e finanziato con 600 mila euro la proposta del Comitato di quartiere per rigenerare l’area, oggi in stato di abbandono con la presenza di recinzioni precarie e alta vegetazione spontanea incolta.

Un nuovo progetto per Altobello

A riqualificare il quartiere mestrino a ridosso di Corso del Popolo e migliorare la sua vivibilità saranno verde pubblico, aree gioco per bambini e spazi per lo sport.
A questi si aggiungono parcheggi rinnovati e piste ciclabili, una zona cani. L’intervento riguarda un’area di 5.200 metri quadrati.

Il posteggio sarà completamente risistemato e sostenibile dal punto di vista ambientale. Accanto ad esso verrà realizzato un percorso ciclopedonale oltre il quale troverà posto uno spazio verde recintato per i cani. L’area per i più piccoli si realizzerà nella parte più lontana dalla strada. Non mancherà un parco con piastre sportive polivalenti.
In tutta la zona saranno presenti telecamere di videosorveglianza e una rete di illuminazione di nuovissima generazione a led.

Un quartiere in trasformazione

Le nuove case ad Altobello

Da simbolo per decenni di degrado sociale ed urbano, Altobello si sta trasformando in un quartiere ricco di verde, con spazi pedonali e parchi, luoghi di socializzazione, nuove case che migliorano la vivibilità. Ater ha recentemente inaugurato i 37 nuovi alloggi “intelligenti” in Campo dei Sassi. Case altamente tecnologiche per anziani che, grazie ai Servizi sociali del Comune, garantiscono agli ospiti assistenza 24 ore su 24 con la presenza di due assistenti alloggiate in un appartamento del condominio. Una sala di controllo all’interno dello stesso permette loro di monitorare i sistemi di allarme e velocizzare gli interventi.

 

Altobello, le case per anziani in Campo dei Sassi
Abitazioni ad Altobello

“Altobello – spiega il vicesindaco del Comune di Venezia Luciana Colle – è interessato da significative azioni di rigenerazione urbana. L’importante è restituire una dignità a certe zone prima malfamate e non creare “ghetti”. Oggi questo quartiere sta rinascendo. Bisogna unire le forze per dare risposte concrete ai cittadini e perché qui, come in altre zone di Mestre, si ritorni a vivere bene”.

1 commento su “Mestre che cambia: la rinascita di Altobello”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter