fbpx

Marghera dalla A alla Z

alfabeto_di_marghera

Appuntamento venerdì 31, alle 18,30, in Piazzale Municipio

 

Una mostra da visitare in modo itinerante, passando da una vetrina all’altra dei negozi seguendo una sorta di filo di Arianna che riconduce ad almeno tre identità di Marghera.
Città del Lavoro, certo, ma anche città Giardino e città Multiculturale.
Da domani al 5 giugno ventuno opere saranno esposte tra Piazzale Municipio e Via Canal.
Sono state realizzate dai ragazzi dell’ Istituto comprensivo Grimani, dai loro insegnanti e da artisti dell’Accademia di Belle Arti e del Circolo Artistico Serenissima di Marghera che si sono ingegnati a realizzare su tela l’alfabeto di una città, la prima del Nordest.
Dalla A alla Z, ogni lettera custodisce e interpreta una storia a cavallo del 1900, il secolo che i ragazzi delle scuole hanno conosciuto attraverso le strade, le rotonde e i piazzali della loro città
Una sfida non da poco, che ha impegnato ben 650 persone di ben 48 diverse nazionalità.

 

Foto di gruppo alla presentazione dell'”Alfabeto per lo Sviluppo Sostenibile”

Un Alfabeto per lo Sviluppo Sostenibile

La mostra sarà inaugurata domani alle ore 18.30 in Piazzale Municipio.
Assieme ai dipinti in esposizione saranno presentati anche i risultati dei 21 eventi realizzati, a partire dal 16 aprile, per partecipare in modo consapevole al progetto ispirato dagli orientamenti internazionali dell’Agenda 2030.
Oltre ai dipinti esposti dai negozi, sono stati realizzati anche dei videoclip e altre opere d’arte.
E’ attesa anche una prossima pubblicazione di un libro.

Tutti assieme per lo Sviluppo Sostenibile

L’esperienza di “Alfabeto Marghera” ha messo assieme scuole, commercianti, imprese e istituzioni.
Rappresenta il frutto di una condivisione di idee, di tempi e di progetti innovativa e inclusiva, capace di  aggregare nel nome della sostenibilità e dell’arte le varie realtà del territorio.
Ideato dal Comitato “Marghera Forever” è stato patrocinato dal Comune di Venezia e da Confindustria Venezia Metropolitana, dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare  Adriatico Settentrionale e dall’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter