Società +

Al via la 35° edizione di Ferrara Buskers Festival

Al via la 35° edizione di Ferrara Buskers Festival

Musica, spettacoli, djset, talk e laboratori: inizia la maratona internazionale degli street artist

Trentacinque anni di Ferrara Buskers Festival.  35 come il numero dell’articolo della Costituzione che parla anche di loro: i buskers: «la Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni».
Essere buskers, musicisti, ma più in generale artisti di strada, non è solo una professione, bensì uno stile di vita: esprimere la propria arte nelle strade del mondo, guadagnare ‘facendo cappello’, muoversi da un posto all’altro e, una volta l’anno, ritrovarsi a Ferrara per il festival internazionale più colorato e vivo che ci sia.
L’intero centro storico della città verrà invaso da più di 100 street artist, ogni giorno, da mercoledì 24 a domenica 28 agosto.
Le performance, prettamente musicali, hanno inizio alle ore 19 e terminano alla mezzanotte.
Per gli instancabili, il parco Massari (luogo in cui l’anno scorso si è tenuta l’intera manifestazione) ospiterà il Dopofestival, insieme allo spazio adiacente a piazza Castello gestito dall’associazione culturale Puedes, con djset e musica live; tutto dalle 23.30.

Un mondo di musica e colori

Come l’anno precedente, il festival viene anticipato dall’anteprima del 23 agosto per  i canali di Comacchio, con la prima invasione artistico-musicale (dalle 21.30 alle 24).
Tra il centinaio di artisti invitati ad esibirsi al festival c’è tanta Germania, una delle capitale europee degli artisti di strada: da qui provengono i Currao, i Daiana Lou (ammessi ed auto-esclusi da X-Factor nel 2016), Cosmonautix e MacDonald’s Farmer. E poi tanti artisti da ogni parte del mondo: dai mongoli Khukh Mongol agli oceanici Opal Ocean, fino ad arrivare ai brasiliani Tupahn e Versaduo (è possibile consultare la line up completa sul sito del festival).
Ma gli artisti di strada non sono solo musicisti, anzi: tra le proposte di maggior risonanza svetta la giocoleria cilena di El Kote e lo spettacolo pirotecnico del duo Pyròvaghi, senza contare le altre forme d’arte declinate alla strada: poesia e narrativa, danza e teatro, l’artigianato in generale.
Proprio quest’anno ritorna il mercatino dell’artigianato artistico in collaborazione con CNA in Largo Castello, presente sin dalle ore diurne del festival. Al mercato artigianale si accompagnano i laboratori, tanto musicali quanto ecologici: dalla creazione di musica alle sfide, soprattutto per i bambini, per la migliore raccolta differenziata.

busker
Una foto d’epoca di Lucio Dalla in esibizione al Ferrara Buskers Festival

Talk, laboratori e mostre al Buskers Festival

Il Ferrara Buskers Festival è sempre stato sensibile a temi quali l’inclusione sociale e l’ambiente.
Sono i temi principali sui quali ruoteranno i quattro talk, da mercoledì 24 a sabato 27 agosto.
Nell’ordine, si parlerà di Arte che incontra l’Arte, della musicoterapia verso persone diversamente abili, dei vari significati di “Strada” e dei danni che l’essere umano reca all’ ambiente. Infine, al Castello Estense, sarà presente la mostra fotografica che unisce le edizioni passate del Festival al presente, grazie al Foto club della città e di Igers Ferrara.
È nel Cortile esterno al castello, invece, che si sviluppa l’opera d’arte “Il Capodoglio”: un cetaceo di 13 metri nato dal riciclo sostenibile del progetto ventennale SCART, associazione che crea arte solo da materiali di scarto. Contemporaneamente, OMA recycling esporrà opere realizzate da scarti di imballaggi industriali e domestici in piazza Trento Trieste.
Entrambe le mostre rispondono al progetto BGreen del Festival, che sottolinea non solo un modo di approccio alla natura, ma un vero e proprio essere quotidiano unitario con l’ambiente che abitiamo.

Damiano Martin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.