Politica +

Il 97enne italo-americano Vito Perillo rieletto sindaco nel New Jersey

Il 97enne italo-americano Vito Perillo rieletto sindaco nel New Jersey
Vito Perillo, sindaco di Tinton Fall (foto tratta dal profilo Facebook)

“Grazie ai miei colleghi residenti per essersi affidati a me per guidare Tinton Falls avanti per i prossimi quattro anni”.
Il ringraziamento ai concittadini, affidato a un post di Facebook, non è particolarmente originale.
Né, a fare notizia, è il fatto che la cittadina statunitense di Tinton Falls, abbia riconfermato nelle elezioni del 2 novembre il proprio sindaco per i prossimi 4 anni.
Quel che è realmente straordinario è l’età di Vito Perillo, mayor del centro di 18 mila abitanti nella contea di Monmouth sulla costa del New Jersey.
Il 22 settembre, il figlio di emigrati italiani nato nel Bronx ha infatti compiuto 97 anni. E sorprende forse ancora di più il suo commento, considerato che il mandato potrebbe portarlo oltre il secolo di vita: “Potrebbe essere il mio ultimo incarico, ma vedremo…”.
“Forse sapete – ha affidato il suo pensiero ai social – che non sono un politico, ma oggi mi sono fermato a pensare al perché la gente potrebbe votarmi. Forse è perché sono un veterano della seconda guerra mondiale, o un “vecchio” (speriamo di no), o forse è perché hanno letto il mio volantino che evidenzia i nostri successi negli ultimi 4 anni. La mia speranza, però, è che sia perché vede che tengo al nostro paese e alle persone che ci vivono sopra ogni altra cosa. Prometto di fare del mio meglio ogni giorno per garantire che ogni membro della nostra comunità possa essere orgoglioso di vivere a Tinton Falls!”.
Perillo è stato eletto con il 38% dei voti, superando altri tre candidati “civici”: un insegnante in pensione, un imprenditore e un uomo d’affari. Tra gli obiettivi raggiunti nei primi 4 anni da sindaco, l’abbattimento delle tasse locali, la realizzazione di un nuovo parco, la riorganizzazione della circolazione e l’ottimizzazione dei costi della polizia, pur incrementandone l’organico. Prese la decisione di candidarsi in politica per la prima volta a 93 anni, dopo la scomparsa della moglie Mae a 60 anni dal loro matrimonio, da cui sono nati due figli, tuttora residenti a Tinton Falls così come i tanti nipoti di Vito.
Un lungo passato nella Marina Militare, poi al Pentagono come esperto di elettronica, guida ancora l’auto, con cui si reca puntualmente in ufficio tutte le mattine. E, nel tempo libero, va in palestra due volte a settimana e sui campi da golf appena è libero dagli impegni. Ma la sua passione, adesso, è riversata soprattutto sulla carica di mayor: “Amo questo lavoro. Mi tiene vivo, mi fa andare avanti“, ha dichiarato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.