fbpx

Sulle punte da Venezia a New York: si vola allo Youth America Grand Prix

Nella foto in alto: le allieve della scuola di danza Djagilev a Venezia, coreografia “Noblesse oblige” di Francesca Siega Ph© Andrea Gianfortuna

11 giovani promesse veneziane della danza pronte a partire per la Grande Mela

Il conto alla rovescia lo hanno già iniziato e l’entusiasmo è alle stelle. Sono 11 giovani talenti di casa nostra pronti a spiccare il volo per raggiungere New York e vivere un’esperienza unica insieme a prestigiosi maestri. Hanno tra 11 e 12 anni le allieve della scuola di danza Djagilev di Venezia selezionate per la finale dello “Youth America Grand Prix”.
Un importante traguardo raggiunto perché si tratta del più grande concorso internazionale di danza classica per allievi di tutte le nazionalità da 9 a 19 anni.
Proprio loro, sono state scelte tra circa duemila partecipanti alla semifinale di Cattolica. Andranno a New York dal 10 al 18 aprile 2020.

“Back to school”, coreografia di Francesca Siega selezionata per Youth America Grand Prix – Ph© Andrea Gianfortuna

Tanta passione e determinazione

Le 11 giovani ballerine che raggiungeranno gli Stati Uniti frequentano le lezioni tutti i giorni per almeno un paio di ore. Faticano alla sbarra per apprendere al meglio, ripetono all’infinito i passi e le coreografie, si esibiscono su vari palcoscenici. Tanto lavoro, impegno e dedizione. Ma anche divertimento.
Alla base una grande passione che va oltre ogni cosa e che in loro cresce ogni giorno di più. Soprattutto quando si raggiungono importanti traguardi. Come quello di disputare la finale del prestigioso concorso “Youth America Grand Prix” a New York.

Francesca Siega a lezione con le sue allieve

«Un successo inaspettato che appaga tutte le fatiche del nostro lavoro quotidiano – dice Francesca Siega, titolare della scuola di danza Djagilev e loro insegnante -. In allieve così giovani è soprattutto importante trasmettere la passione, far capire il valore del lavoro quotidiano per raggiungere dei risultati e che imparando ci si può anche divertire. Il percorso per diventare un giorno ballerine professioniste per loro è ancora lungo ma questo primo significativo traguardo raggiunto è molto importante. Il concorso, di altissimo livello, darà loro l’opportunità di studiare con prestigiosi maestri e di confrontarsi in un panorama internazionale».

Coreografia di Francesca Siega “Noblesse oblige” selezionata per Youth America Grand Prix- Ph© Andrea Gianfortuna

Youth America Grand Prix a New York

Tutto è iniziato a novembre scorso quando Francesca Siega ha deciso di far partecipare le sue 11 allieve al più grande concorso internazionale di danza classica. Per le selezioni, che solo da un paio di anni si svolgono a Cattolica (Rimini) hanno presentato quattro coreografie tra repertorio classico e contemporaneo. Due di queste, coreografia di gruppo classico e passo a due sempre classico, sono state selezionate per la finale.

Le allieve della scuola di danza Djagilev a Venezia – Ph© Andrea Gianfortuna

«L’invito ad andare negli Stati Uniti – sottolinea Siega – è arrivato come un raggio di sole in un momento di particolare difficoltà per le famiglie delle allieve impegnate a fronteggiare i disastri dell’acqua alta. E rappresenta anche una soddisfazione che aiuta ad andare avanti nonostante non sia facile mantenere attiva e far progredire una scuola di danza a Venezia».

“Back to school” coreografia di Francesca Siega – Ph© Andrea Gianfortuna

Per il viaggio a New York qualche aiuto economico è arrivato. Il lavoro in sala prosegue e prossimamente sarà organizzato uno spettacolo in una galleria d’arte a Venezia per incrementare la raccolta di fondi. Le protagoniste saranno sempre loro. Le giovani allieve della scuola che sognano di diventare ballerine professioniste.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter