Venezia Airport Reyer School Cup: si torna in campo

I giocatori del Morin festeggiano la vittoria nella SAVE Reyer School Cup 2019

Obiettivo-Taliercio, per le Final Four di sabato 18 aprile (dalle ore 8.30).
La Venezia Airport Reyer School Cup 2020 deve ancora iniziare; ma la sfida al Liceo Morin, che ha interrotto il dominio del Bruno/Franchetti nei quattro anni precedenti, è già partita.
Il grande torneo scolastico del territorio metropolitano allargato (al Padovano, Trevigiano e Bellunese) organizzato dall’Umana Reyer (di cui Metropolitano.it è uno dei media partner) ha vissuto oggi il primo importante appuntamento: la conferenza stampa al Palasport Taliercio di presentazione della settima edizione. Ma anche il via sul campo è dietro l’angolo: la prima delle 12 tappe della prima fase è in calendario per il 4 febbraio alla palestra Duca degli Abruzzi di Padova.

La presentazione della Venezia Airport Reyer School Cup 2020

Venezia Airport Reyer School Cup

Tante le conferme, ma non mancano le novità nella manifestazione. Per il terzo anno consecutivo, saranno 48 gli istituti a contendersi la vittoria, coinvolgendo a diversi livelli oltre 40.000 studenti.
Al torneo vero e proprio si affiancano infatti le competizioni legate al tifo, alla comunicazione e alle coreografie. Confermato il format su tre fasi: 12 tappe per la prima, con 24 qualificate, 4 raggruppamenti per la fase Reyer Madness e poi le Final Four, quando si terranno anche le finali del 3 point contest e si premieranno top scorer ed mvp di tappa.

Due gli istituti al debutto (il liceo Duca degli Abruzzi di Treviso e l’istituto Ruzza di Padova), mentre, tra le novità, vanno segnalate la consegna ai team, oltre alle maglie, dei pantaloncini double face ufficiali. E, alle scuole, di dieci tappetini personalizzati da utilizzare nelle proprie palestre per lo svolgimento delle attività ginniche. Cambia anche il title sponsor, ora Venezia Airport.

Un torneo premiato e attento al sociale

Grazie alla Reyer School Cup, l’Umana Reyer ha vinto il primo premio marketing indetto dalla Lega Basket.
Un riconoscimento importante, per una manifestazione che va al di là dello sport, mirando a trasmettere i valori che, muovendo dallo sport, si traducono in valori di vita.
“Sono vicino a famiglie e studenti: l’importante è divertirci e divertirci insieme, condividere insieme questo mese”, ha introdotto il presidente dell’Umana Reyer, Federico Casarin.

Venezia Airport Reyer School Cup 2020 @ A.Gilardi/Ag. Ciamillo-Castoria

Non a caso, nella prospettiva “sociale” della manifestazione, sono stati confermati anche quest’anno i due progetti sperimentali lanciati lo scorso anno. Quello sui cosiddetti “soft skills”, le competenze trasversali utili per affacciarsi al mondo del lavoro, promosso dalla Camera di commercio insieme a Ca’ Foscari. E quello, in collaborazione con uno degli sponsor (Sma) per l’ottimizzazione della raccolta differenziata. Tutti progetti sviluppati insieme ai ragazzi e alle scuole. Per un torneo che, sempre più, è molto più di un semplice torneo di basket.

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: