Venezia: quasi ultimato lo scavo dei rii in umido. Ora lavori a secco su alcune rive

Rio Madonna Venezia consolidamento muro
Nella foto in alto: Rio de la Madonna, Venezia

Al via i lavori per la sistemazione della riva danneggiata dalla marea eccezionale dello scorso novembre. Quasi ultimati gli scavi in umido

La riva in Rio de la Madonna è pronta per essere sistemata. I lavori da parte di Insula S.p.A. inizieranno al più tardi tra un paio di giorni, non appena messo a secco il rio.
L’intervento prevede la messa in sicurezza dei muri di sponda lesionati. Si interverrà anche in rio del Tentor e Briati.

Quasi completato lo scavo dei rii in umido

Con lo scavo del Rio dei Ferali – Cavalletto e il completamento sulla seconda parte di quello dei Meloni si sta intanto concludendo il programma di ripulitura di 30 alvei in centro storico per un investimento complessivo di 4,5 milioni di euro. Un lavoro che dal 2016 ha consentito di recuperare quasi 20 mila metri cubi di fanghi.

Operazione di scavo rii in umido a Venezia

“Lo scavo dei rii – sottolinea il presidente di Insula S.p.A. Nicola Picco – è fondamentale per la salubrità e navigabilità dei canali se si tiene conto che ogni anno si registra un interramento di circa due centimetri. Per questo e per problemi igienico sanitari creati dalla sedimentazione si è reso necessario uno scavo di almeno 10 mila metri cubi di fango. Con lo scavo dei rii in umido è stato possibile intervenire con tempi e costi minori rispetto allo scavo a secco. La volontà sarebbe però quella di riprendere anche con il sistema a secco, che consentirebbe di sistemare contemporaneamente i sottoservizi e realizzare una rete fognaria e idrica antincendio”.

I lavori in rio dei Ferali – Cavalletto e dei Meloni

L’intervento per completare gli scavi in umido negli ultimi due rii previsti da programma, durerà circa un mese per una stima di 200 metri cubi di fango da scavare.
Rio dei Ferali – Cavalletto è molto utilizzato e si immette, attraverso il rio delle Procuratie, in Bacino Orseolo.
Per questo le fasi e la logistica dei lavori sono state concordate con gli operatori economici interessati al fine di garantire il transito delle gondole durante tutto il periodo.
L’operazione si svolgerà in due tratti: il primo da rio dei Bareteri alla riva rio Terà delle Colonne; il secondo dalla riva rio Terà delle Colonne al ponte dei Ferali.

La mappa degli scavi in umido a Venezia

Contemporaneamente si sta lavorando nel secondo tratto del rio dei Meloni, a San Polo, mentre per la prima parte l’intervento si è concluso nei mesi scorsi. Proseguono anche gli interventi di manutenzione delle rive degli stessi canali.

“L’attività di scavo dei rii – ha ricordato il Consigliere delegato alle tradizioni Giovanni Giusto – è sempre stata una priorità della Serenissima, e si è protratta fino alla metà degli anni sessanta del secolo scorso per poi essere abbandonata. Da cinque anni la pulizia dei canali è ripresa per assicurare le condizioni di navigabilità, salubrità e sicurezza necessarie alla vita della città e dei cittadini”.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: