A Venezia il prestito bibliotecario si fa in barca

barca Vez 3

 Presto il nuovo servizio di consegna a domicilio per gli anziani.

Capiterà da adesso in poi di vedere girare tra i canali di Venezia una barca carica di libri.
Non si tratta di un trasloco ma del nuovo mezzo a disposizione della Rete Biblioteche del Comune. Tanti libri viaggeranno così via acqua da una parte all’altra della città.
Un modo per garantire le consegne in tempi brevi.
Grazie alla barca, con tanto di nome di riconoscimento in evidenza, sarà possibile garantire in modo efficace e capillare il servizio di prestito interbibliotecario in centro storico e isole. 

La barca al servizio delle biblioteche

Il nuovo mezzo acqueo è ad uso esclusivo della Rete Biblioteche. Il funzionamento del servizio è semplice, riduce i tempi e accontenta tutti.
Nessun problema, infatti, nel caso in cui il libro ordinato in una biblioteca che ne fa parte fosse disponibile ma in un’altra struttura cittadina.
Partirà la barca e in pochi giorni lo si potrà trovare dove si preferisce.

La barca Vez della Rete Biblioteche del Comune di Venezia

“Questa imbarcazione – spiega l’assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia Simone Venturini – aiuta molto il servizio di prestito interbibliotecario perché permette di collegare capillarmente e in tempi veloci le strutture del centro storico e delle isole. In questo modo facciamo “viaggiare” rapidamente la cultura per renderla alla portata di tutti”.

Libri a domicilio per gli anziani

L’arrivo della barca Vez darà presto il via anche ad un altro importante servizio.
“Con questo mezzo – continua Venturini – avvieremo in modo sperimentale la consegna di libri a domicilio per gli anziani residenti in centro storico. Un modo per rendere migliori le loro giornate già messe a dura prova durante il lockdown. Queste facilitazioni offerte dal servizio delle biblioteche sono anche occasione per invitare tutti a scoprire il piacere della lettura e ritagliare del tempo per apprezzare la compagnia che un buon libro può fare”.

 

 

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: