Conti pubblici: “Venezia comune virtuoso”

A sinistra, l'assessore al Bilancio del Comune di Venezia Michele Zuin e, a destra, il direttore Nicola Nardin

Un senso di leggerezza. E la soddisfazione di poter constatare che i conti tornano. Tanto da certificare il comune di Venezia come uno dei “Comuni capoluogo di Città metropolitana più virtuosi in Italia”.
La situazione è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa
dall’assessore al Bilancio Michele Zuin.
Soddisfatto, ha annunciato che la Giunta ha licenziato la delibera sulla variazione di bilancio.

I numeri

I dati sono incoraggianti e consentono ora di investire ulteriormente in assunzioni, lavori pubblici e scuole.
“In quattro anni – ha sottolineato l’assessore Zuin – siamo riusciti a dimostrare con i fatti come da una situazione di bilancio difficile si possa uscire.

Oggi possiamo registrare un calo netto del disavanzo, passato da 73 a 29 milioni di euro e una progressiva riduzione del debito, sceso da 300 milioni a 250 milioni. Siamo riusciti a ottenere dei risparmi sulla rata che dovevamo pagare (in 28 anni) per coprire il disavanzo che da 2,4 milioni si è ridotta a un solo un milione. Ora il risparmio potrà essere utilizzato per altre attività a favore dei cittadini”.

La variazione di bilancio

Ecco quindi la variazione del bilancio, che dovrà ora essere discussa dalle Commissioni consiliari ed essere poi approvata dal Consiglio comunale.
Gli stanziamenti prevedono una spesa di 2 milioni di euro per assunzione di personale in attuazione del piano occupazionale 2019-2021, di 1,8 milioni di euro per i nuovi interventi finanziati dalla legge speciale e di altri 6 milioni di euro per interventi per la Terraferma. La delibera include anche i 345 mila euro relativi all’indennità del sindaco accantonata dal 2015 al 2019 che, come già annunciato, è destinata alle associazioni che operano nel territorio. Per queste, impegnate in ambito socio assistenziale, sportivo, socio-educativo, didattico o di animazione territoriale, sarà presto predisposto uno specifico bando.
“Abbiamo attuato una gestione oculata delle risorse -ha spiegato ancora l’assessore Zuin- ma ce l’abbiamo fatta. Ora siamo tra i Comuni più virtuosi”.

Il piano degli interventi legato alla variazione di bilancio

I contributi saranno destinati alla sistemazione di Piazzale Roma e della viabilità del Tronchetto, alla sistemazione di strade e marciapiedi e agli impianti di illuminazione della Terraferma, al Parco di San Giuliano, al Ponte Lungo di Murano, alla centrale termica dell’impianto sportivo di Sant’Alvise, alla realizzazione di parcheggi a Forte Marghera e a tre scuole: Munaretto Marconi, Valeri alla scuola infanzia (e alla palestra) di Ca’ Bianca, al Lido.

Le cifre nel dettaglio

  • 400.000 euro per la sistemazione di piazzale Roma;
  • 200.000 euro per la sistemazione della viabilità al Tronchetto;
  • 1.300.000 euro per la realizzazione di parcheggi a Forte Marghera;
  • 150.000 euro per scuola Munaretto Marconi;
  • 150.000 euro per la scuola Valeri;
  • 200.000 euro per ripristino pavimentazione del mercato provvisorio di via Fapanni a Mestre;
  • 180.000 euro per sistemazione di strade e marciapiedi in 6 aree della Terraferma (in totale diventano 1.260.000 euro complessivi);
  • 100.000 euro per impianti illuminazione terraferma;
  • 350.000 euro per nuova centrale termica dell’impianto sportivo Sant’Alvise;
  • 280.000 euro per il Ponte Lungo a Murano;
  • 150.000 per il Certificato prevenzione incendi (CPI) alla scuola infanzia e palestra Ca’ Bianca a Lido;
  • 200.000 euro per l’area di 8 ettari di Parco San Giuliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter