fbpx

Un istituto tecnico a Murano

M9-Abate-Zanetti

Grafica e Comunicazione, guardando al futuro dell’antica arte vetraria muranese

Murano. Un nome che suscita emozioni al solo sentirlo pronunciare. Emozioni miste, fatte di ricordi, di amore, di passione. Da quest’anno c’è un’emozione in più: la spensieratezza dei giovani e l’aspettativa per il futuro.

Nel settembre 2016 ha ufficialmente aperto l’Istituto Scolastico Superiore Abate Zanetti, Istituto Tecnico Tecnologico ad indirizzo Grafica e Comunicazione con potenziamento dell’offerta formativa in arte del vetro. La prima scuola in Italia con questa denominazione, il primo istituto tecnico in Italia ad avere un focus formativo sul vetro e a mettere i quattro laboratori della tradizione vetraria muranese a disposizione degli studenti per fare pratica, per imparare “con mano” insieme ai maestri i segreti di un’arte millenaria.

Non si tratta di una scuola pratico-professionale, ma di una sorta di “liceo del vetro” che ha come missione quella di formare “progettisti”, “disegnatori di opere d’arte” che conoscano teoria e pratica della produzione vetraria e che siano quindi in grado di affiancare i maestri nella creazione di oggetti in vetro e fare impresa del vetro, innovando e sperimentando.

L’iter scolastico dura cinque anni, con un’offerta formativa che comprende, tra le altre cose, italiano, inglese, storia, matematica, diritto ed economia, scienze, grafica, teoria della comunicazione, tecnologie e organizzazione dei processi produttivi. L’offerta è estesa anche con corsi di progettazione multimediale e tecnologie informatiche, perché l’Istituto Abate Zanetti è una scuola moderna, tecnologica, dotata di aule con un computer per ogni studente e lavagne interattive multimediali (LIM), per sfruttare tutte le potenzialità educative degli strumenti moderni. Completano l’offerta formativa le quattro ore settimanali nei laboratori pratici di vetrofusione, lume e fornace, a cui i ragazzi accedono fin dal primo anno.

Lo studio è affiancato da attività e progetti extra-curricolari, tra cui spiccano l’orientamento in entrata, il tutoraggio pomeridiano e l’orientamento in uscita, quest’ultimo importantissimo per i diplomandi, come recita il sito: «La realtà lavorativa entra nella Scuola attraverso incontri, conferenze e dibattiti con esperti che illustrano le attività sul territorio, in linea con le attitudini e competenze dei diplomandi; il “mondo Scuola” entra nell’ambiente lavorativo attraverso stage; esperti universitari illustrano le varie facoltà, le possibilità di accesso e gli sbocchi professionali post-universitari».

L’Istituto Scolastico Superiore Abate Zanetti rilascia infatti diplomi di “Perito tecnico in grafica e comunicazione”, che consentono l’accesso sia al mondo del lavoro, sia a tutte le facoltà universitarie.

La trasversalità di competenze, unita a nuovi stimoli e ad un orizzonte progettuale più ampio, vuole quindi colmare la difficoltà degli ultimi anni nel settore vetrario a Murano, ovvero il ricambio generazionale.

E proprio da quest’anno, alcuni figli di maestri si sono già iscritti all’istituto e, insieme a loro, altri allievi motivati e provenienti da aree diverse, come una ragazza da Cittadella.

Un ponte per il futuro dei ragazzi e per il futuro del vetro di Murano.

Info: http://iss.abatezanetti.it

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter