fbpx

Piani di catene di soccorso per le emergenze e l’alto rischio

sala-operativa

Inaugurata a Mestre la nuova Sala Operativa Unificata Suem-Vigili del Fuoco

 

Un modello operativo di base condiviso, piani di emergenza e analisi dei rischi nel contesto territoriale, competenze e coordinazione degli interventi.
E’ quanto garantisce nell’intera provincia di Venezia la nuova Sala Operativa Unificata Suem-Vigili del Fuoco per far fronte a situazioni di grande emergenza.

La nuova Sala Operativa  Unificata

Incendi, calamità naturali, situazioni atmosferiche straordinarie, ma anche eventi complessi come il Carnevale a Venezia o il Redentore saranno gestite da ora in poi in modo integrato.
Le parole d’ordine sono logistica, strategia e sinergia d’intervento.
L’obiettivo, invece, è quello di garantire una sempre maggior sicurezza e operatività con un efficace dispiegamento sul campo di uomini e mezzi.
Inaugurata ieri, la nuova Sala Operativa Unificata si trova nelle sede del Comando provinciale di via della Motorizzazione civile 6, a Mestre.

Primo esempio di gestione delle emergenze di questo tipo in Italia.

La nuova Sala Operativa mette assieme in primis Suem e Vigili del Fuoco, che la condividono ma, grazie ai sistemi informatici di cui è stata dotata, anche Protezione Civile, Polizia municipale e Forze dell’Ordine.  E’ un vaso a sistemi comunicanti, che applica piani di catene di soccorso per garantire una risposta coordinata ed efficace.

Il tavolo dei relatori presenti alla presentazione della nuova Sala Operativa Unificata Suem -Vigili del Fuoco

“Questa sala unica, con le strumentazioni tecnologiche di cui è dotata – ha commentato il Direttore Generale dell’Ulss 3 Serenissima – sarà preziosissima nei momenti di crisi. Ma ancor più preziosa è la collaborazione tra le due squadre che in questa sede potrà esprimersi al meglio: quegli uomini che scenderanno in campo, Vigili del Fuoco e operatori del Suem 118, potranno intervenire, insieme, al servizio della popolazione nel modo migliore possibile, perché anche dentro questa sala, nella fase delle decisioni, si lavorerà insieme, decidendo al meglio, e conducendo al meglio le operazioni”.

L’inaugurazione della Sala Operativa Unificata

Al taglio del nastro sono intervenuti il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il capo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, Fabio Dattilo, l’attuale comandante provinciale di Venezia dei Vigili del Fuoco, Ennio Aquilino, che in questi giorni sta concludendo il suo mandato, e il suo successore, Giovanni di Iorio.

Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e, a sx, il nuovo comandante dei Vigili del Fuoco di Venezia Giovanni di Iorio

Presenti poi il  direttore generale dell’Ulss 3 Serenissima, Giuseppe Dal Ben, il direttore della Centrale operativa del 118 dell’Ulss veneziana, Paolo Caputo, e il responsabile della Sala operativa provinciale del 115, Paolo Muneretto. Per l’Amministrazione comunale era presente la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano.

Il taglio del nastro. Al centro, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e la presidente del Consiglio comunale di Venezia Ermelinda Damiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter