Economia +

Ritardi in autostrada? Rimborso automatico via Telepass

Ritardi in autostrada? Rimborso automatico via Telepass
autostrada Telepass

È uno degli inconvenienti più frequenti per chi si sposta in macchina. Alzi la mano chi non ha mai subito un ritardo a causa di un incidente in autostrada.
Se non è ovviamente possibile prevedere ed evitare i disagi, da oggi, per lo meno, alcuni automobilisti in questo caso si vedranno rimborsare la metà del pedaggio pagato.

Il nuovo servizio

Telepass, grazie alla partnership con Generali Italia, ha infatti lanciato l’innovativo servizio destinato ai clienti che hanno acquistato il pacchetto comprendente l’Assistenza stradale europea. Si tratta di oltre 200 mila automobilisti, per i quali l’opportunità sarà operativa da subito. E non sarà necessario fare assolutamente nulla per vedersi riconoscere il rimborso del 50% del valore del pedaggio.
Il riaccredito sul conto Telepass avverrà infatti automaticamente e comparirà all’interno della app di telepass. Questo perché il sistema informatico elaborerà i dati di transito del mezzo e li metterà in correlazione con gli eventi presenti sulla tratta autostradale, facendo così scattare l’eventuale diritto allo sconto.

La partnership tra Telepass e Generali

Il servizio è solo la prima delle iniziative ad alto contenuto tecnologico che Telepass e Generali Italia hanno in programma di mettere in campo nei prossimi mesi sulla base dell’accordo di partnership. Entro fine anno, Generali proporrà ai propri clienti un’offerta esclusiva telematica basata sul dispositivo Telepass T-Next. Questo consentirà di accedere a diversi servizi, come i pagamenti in mobilità (dall’autostrada ai parcheggi, dal bollo al carburante), il lavaggio della propria auto sotto casa o l’ingresso in zone a traffico limitato, come l’Area C di Milano.

Verso un’assicurazione “a consumo”

Grazie alla sinergia tra le due aziende sarà inoltre possibile proporre polizze assicurative smart, data driven e basate sui comportamenti. I clienti Telepass, ad esempio, potranno attivare una garanzia “a consumo”, legata ai chilometri effettivamente coperti. La copertura, che proteggerà il cliente in caso di collisione con un altro veicolo, si attiverà infatti automaticamente al passaggio attraverso un casello autostradale, ma anche all’ingresso in un parcheggio o in un traghetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  autostrade