“Sotto le stelle… a parlar di Veneto”

Ca' della Nave Martellago

Otto spettacoli itineranti in programma dal 1 di agosto al 9 di ottobre animeranno le piazze di otto comuni della Città Metropolitana di Venezia.
Sotto le stelle…a parlar di Veneto“, come si chiama la rassegna, saranno giornalisti, musicisti, scrittori, critici d’arte, imprenditori e videomaker che proporranno musica, tradizioni, leggende, storie di paesaggi e di successo di personaggi veneti.

Niente Noale in fiore e neppure la Festa dei Bisi di Scorzè, quest’anno. Salteranno molto probabilmente anche il Zogo de l’Oca di Mirano e le Mostre del Radicchio.
L’emergenza Covid-19 ha stravolto i piani di tutti. Soprattutto delle Pro Loco impegnate da sempre nella promozione turistica culturale. Che però, con prontezza, hanno pensato e organizzato un programma alternativo. Ecco come è nata la rassegna “Sotto le stelle… a parlar di Veneto”, appuntamenti sulla cultura e sulle tradizioni della nostra regione.

Il programma

Si comincia l’ 1 agosto alle 21.15 a Ca’ della Nave, a Martellago, con “Il Novecento in Veneto: parole, canzoni e musiche”.
Ospiti il vice direttore del Gazzettino di Venezia Edoardo Pittalis e il cantautore veneziano Gualtiero Bertelli che si alterneranno in un racconto per parole e musica per narrare gli eventi che hanno caratterizzato il Veneto nel secolo scorso.

Da sx: il musicista Gualtiero Bertelli e il giornalista Edoardo Pittalis
Da sx: il cantautore Gualtiero Bertelli e il giornalista Edoardo Pittalis

Venerdì 7 agosto, sempre alle ore 21.15, la rassegna tocca Scorzè.
In Piazza del Municipio si terrà una passeggiata letteraria dal titolo “Dentro il paesaggio: suoni e parole per una terra”.
La voce di Margherita Stevanato, e nel sottofondo la fisarmonica di Mirko Satto, accompagnerà il pubblico nelle affascinanti e pittoresche atmosfere di quel paesaggio veneto descritto da autori del calibro di Zanzotto, Comisso, Mario Rigoni Stern.

Il paesaggio veneto sarà ancora protagonista venerdì 21 agosto al parco Nuove Gemme di Spinea, quando verrà proiettato “La voce del bosco”, film-documentario su Vaia, il maltempo che nel 2018 devastò le montagne bellunesi, girato dal videomaker Dimitri Feltrin.
A fine proiezione salirà sul palco la protagonista Francesca Gallo, trevigiana, per parlare del film e della sua esperienza di attrice.

FrancescaGallo, interprete de "La Voce del Bosco"
FrancescaGallo, interprete de “La Voce del Bosco”

Non poteva tenersi che a Mirano l’appuntamento del 28 agosto dal titolo “Rococò e i Tiepolo”.
Nella corte di Villa Errera il critico d’arte Gabriella Niero parlerà di Giambattista, Giandomenico e Lorenzo Tiepolo e ne svelerà numerosi aneddoti.
I tre grandi artisti furono fortemente legati al territorio miranese e la “Terra dei Tiepolo” è diventato da alcuni anni la denominazione del marchio turistico che comprende i comuni di Mirano, Martellago, Spinea, Salzano, Scorzè, Noale e Santa Maria di Sala.

Sarà un’atmosfera dalle tinte noir quella di venerdì 11 settembre alla Rocca di Noale, quando sul palco salirà lo scrittore veneziano Alberto Toso Fei per parlare di Misteri del Veneto, di luoghi secreti, leggende, fantasmi e curiosità.

Lo scrittore e giornalista Alberto Toso Fei
Lo scrittore e giornalista Alberto Toso Fei

E di sicuro curioso sarà l’appuntamento del 25 settembre a Villa Farsetti di Santa Maria di Sala con lo scrittore Gian Domenico Mazzocato.
Prendendo spunto dal suo romanzo “Da Venezia al mondo, con il castrato di Vivaldi”, Mazzoccato parlerà del castratismo.

Penultimo appuntamento il 2 ottobre a Mestre, nella sede della Fondazione Forte Marghera, con i gemelli Giorgio e Maurizio Crovato che racconteranno il mondo della voga alla veneta, di tradizioni marinaresche, di regate e regatanti.

Da sx Giorgio e Maurizio Crovato
Da sx Giorgio e Maurizio Crovato

 

Il ciclo di incontri si chiude il 9 ottobre alla Filanda Romanin-Jacur di Salzano, quando sul palco saliranno un esponente della famiglia Rubelli, marchio di prestigio nella produzione di tessuti di Venezia, e il costumista Francesco Briggi che si confronteranno sul tema “Dalla filanda al filato. Storie di impresa e di famiglia”.

Museo della filanda Salzano
Museo della filanda Salzano

Info utili

Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.15, le serate sono esclusivamente su prenotazione da effettuarsi presso la Pro Loco che ospita l’evento.
Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: