Arte e Cultura +

Premio Mestre di Pittura: 60 finalisti in mostra al Candiani

Premio Mestre di Pittura: 60 finalisti in mostra al Candiani
Esposizione opere finaliste al Centro Candiani di Mestre (Venezia)

Fin dai suoi esordi, nel 1958, è fucina di grandi talenti della pittura contemporanea. Tanti artisti che, partendo da Mestre (Ve), hanno fatto conoscere le loro opere in tutto il mondo.
Il Premio Mestre di Pittura, dapprima aperto ai soli pittori locali, nel tempo ha allargato i propri orizzonti territoriali fino a diventare una manifestazione a respiro internazionale e con un numero sempre crescente di partecipazioni.
Basti pensare che quest’anno le domande sono state 860, contandone 14 provenienti dall’estero.

Il Concorso 2021

Tra i candidati al concorso internazionale a premi, organizzato dal 2017 ad oggi dal Circolo Veneto presieduto da Cesare Campa con il sostegno della Fondazione Musei Civici e imprenditori locali, la giuria ha selezionato 60 opere esposte in mostra al Centro Candiani di Mestre fino al 10 ottobre 2021

Premio Mestre di Pittura
Premio Mestre di Pittura 2021 Centro Culturale Candiani

A Ennio Finzi il nuovo Premio alla Carriera

L’edizione 2021 del concorso porta con sé una novità: l’istituzione di un Premio alla Carriera.
Sarà assegnato a Ennio Finzi, artista veneziano oggi novantenne, maestro dell’espressionismo astratto che partecipò alla prima edizione del Premio Mestre nel 1958.

Premio Mestre di Pittura
Ennio Finzi Premio alla Carriera 2021 (immagine tratta dal sito dell’artista)

In mostra le opere dei finalisti

La Collettiva dei Finalisti è visitabile gratuitamente tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 16.00 alle 20.00.
I vincitori saranno annunciati il 1 ottobre dal palcoscenico del Teatro Toniolo di Mestre, nel corso della serata conclusiva del concorso. Tra i 60 finalisti, poco meno di metà sono veneti.
I rimanenti provengono da tutta Italia, Europa, mentre tre sono stranieri e arrivano da Cina, Moldavia e Svizzera.
I nomi dei 60 finalisti e le loro opere sono consultabili nel sito internet del Premio www.premiomestredipittura.eu

I tanti linguaggi contemporanei del Premio

Le opere esposte al Candiani hanno una prevalenza di figurativo rispetto all’astratto, tratto distintivo del Premio Mestre nel panorama contemporaneo.
Rappresentano un viaggio nella creatività dei protagonisti che esprimono sensibilità diverse attraverso i loro lavori.

Gabriele Grones “Frammento” secondo classificato al Premio Mestre di Pittura 2020

Si possono ammirare ritratti, rappresentazioni della natura e paesaggi, vedute urbane.
Proprio a queste ultime sarà legato al riconoscimento con il quale la Cgia di Mestre premierà con l’assegnazione di 1500 euro, la miglior opera sul tema “Vita e tormento del territorio urbano” mentre un altro premio, dello stesso importo, sarà attribuito dalla Fondazione Zanetti di Villorba al dipinto che meglio rappresenterà il disagio giovanile.

Il Premio Mestre di Pittura

Sul podio “saliranno” le prime tre opere votate dalla Giuria tecnica presieduta da Gianfranco Maraniello, già direttore del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto.

Premio Mestre di Pittura
PMP Primo premio 2020 – Giuseppe Sciortino, Giorgia Pia e Francesca, olio su tavola

Al primo classificato andranno 5 mila euro e la sua opera sarà inserita nella collezione dei Musei Civici a Ca’ Pesaro, la Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia.
Al secondo e terzo classificato rispettivamente 2.500 e 1.500 euro e l’esposizione delle opere a Mestre, in edifici di enti cittadini.
Non mancherà il premio dato dalla Giuria popolare.

Nuovi stimoli, una partecipazione internazionale

“Il Premio Mestre di Pittura – sottolinea Christiano Costantini, curatore del sito “Amici del Premio Mestre di Pittura”, in cui è possibile trovare le pagine dedicate agli artisti e le opere che partecipano al concorso – ha avuto una straordinaria evoluzione che neanche due anni di pandemia ha fermato. Anzi, ha creato stimoli ulteriori e lo testimoniano i significativi numeri di partecipazione a questa quinta edizione come in quelle precedenti. Offre oggi uno spaccato di arte pittorica contemporanea nazionale e internazionale”.

Dai pittori dell’Ordine della Valigia del 1958 al Concorso internazionale

Il Premio Mestre di Pittura ha una lunga storia. E’ nato nel 1958 per volontà della pittrice Andreina Crepet Guazzo e di un gruppo di artisti che volevano promuovere le nuove generazioni di pittori locali e dare a Mestre una posizione precisa in campo artistico. Vi partecipavano anche gli artisti veneziani più noti dell’epoca, come alcuni tra i 27 pittori dell’Ordine della Valigia, di cui facevano parte, tra gli altri, Eugenio Da Venezia, Giuseppe Cherubini e Felice Carena.

Il primo premio della prima edizione del concorso nel 1958 -Ernani Costantini

Da allora si è svolto puntualmente per dieci edizioni fino allo stop nel 1968, iniziando ad ampliare i confini territoriali e a premiare innovativi giovani artisti sul panorama contemporaneo nel 1963. Tra loro, per citare solo qualche nome, l’allora ventitreenne Fabrizio Plessi e nel 1967 il trentenne Alberto Biasi. Nel 2017 il Circolo Veneto ridiede vita al concorso portandolo a diventare un evento culturale di rilievo per Venezia.

Una conferenza per ripercorrere la storia del Premio

Del Premio di Pittura dalle sue origini alla rinascita si parla nella conferenza organizzata al Centro Candiani mercoledì 15 settembre alle 17.00. All’incontro prendono parte Marzia Boer, Presidente Amici delle Arti di Mestre e della terraferma; Marco Dolfin, curatore Premio Mestre; Matteo Piccolo, Conservatore, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia – Ca’ Pesaro; Christiano Costantini Amici Premio Mestre. L’ingresso è contingentato con Green Pass fino ad esaurimento dei posti.

Silvia Bolognini

Leggi anche: https://www.metropolitano.it/premio-mestre-pittura-2020/

Leggi anche: https://www.metropolitano.it/premio-mestre-pittura/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.