Dal trasporto pubblico alle manifestazioni: una nuova ordinanza veneta

Il presidente della regione Veneto Luca Zaia

Un nuovo passo verso il definitivo ritorno alla normalità. Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha firmato una nuova ordinanza (sarà pubblicata nelle prossime ore), che toglie i limiti all’esercizio di alcune attività rimasti ancora in vigore dopo gli ultimi DPCM e le ultime ordinanze regionali.
L’ordinanza sarà operativa dalla mezzanotte del 26 giugno e resterà in vigore fino al 10 luglio.

Trasporto pubblico e sport di squadra

Il principale aspetto affrontato dall’ordinanza riguarda l’intero trasporto pubblico: treni, autobus, vaporetti del servizio locale, ma anche taxi e autobus granturismo.
In questo settore è previsto il ritorno alla capienza omologata dei mezzi ma resta l’obbligo di indossare la mascherina.
L’ordinanza libera anche la pratica di sport di contatto e di squadra, le processioni religiose e le manifestazioni, compresi i cortei rievocativi.
In questi casi, partecipanti e spettatori dovranno rispettare la distanza di un metro o, quando impossibile, indossare la mascherina.

Tornano i quotidiani nei locali

Negli esercizi pubblici, come negli studi professionali, possono essere nuovamente messi a disposizione dei clienti i quotidiani e le riviste.
Resta invece vietato il gioco delle carte.
Possono riaprire anche le saune (ma non il bagno turco), a patto che possa essere garantita una temperatura costante tra gli 80 e i 90 gradi.
Infine, via libera agli ippodromi, agli esercizi commerciali e di servizio alle persone che si trovano all’interno delle aree ospedaliere e alla formazione in presenza per i lavoratori dipendenti, pubblici e privati.

 

 

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: