Società +

I Fioi veneziani nel mondo viola di Twitch

I Fioi veneziani nel mondo viola di Twitch

Gaming, computer e società: Nico&Teo streamer della nuova piazza virtuale

“Per noi è un’avventura, ogni giorno”. Fatta di dirette dove vince l’improvvisazione, l’emozione immediata per il contenuto e le risposte nelle live chat.
Sono questi i punti di forza della piattaforma digitale livestreaming Twitch. Nata il 6 giugno 2011 come canale dedicato ai videogames della piattaforma Justin.tv. è oggi sempre più utilizzata da persone di qualsiasi età e, anche nel nostro territorio, inizia ad avere i suoi top streamer.
Il “Tubo viola” ha preso il largo con il passare degli anni diventando leader nella trasmissione di eventi live e di eSports (electronic sports).
La sua peculiarità? Solo contenuti live, in una sorta di mix tra Youtube e televisione.

Le star di casa che impazzano in Twitch

I “noi” che vivono questa avventura live ogni giorno sono su Twitch iFioiTv, nel web Nico&Teo e nella vita reale Nicolò Guerra e Matteo Ogniben.
“Per noi Twitch nasce come una passione e una prova. Ci siamo conosciuti tre anni fa e dopo un anno ci siamo detti “Ci piacciono i videogiochi, c’è questa piattaforma online: proviamo”.
Il canale è cresciuto e da qualche mese abbiamo iniziato a prendere la cosa molto seriamente. Vogliamo diventare intrattenitori e creatori di contenuti digitali”.
Matteo, 24 anni, mestrino di nascita, da due anni convive con Nicolò. Contemporaneamente lavora in un bar in piazza San Marco e su Twitch.
“Il progetto è avviato e spero diventi il nostro lavoro. Twitch è una piattaforma molto dinamica ed essendo in live non devi montare un video. È una cosa che dà molta soddisfazione -racconta –  hai un feedback diretto di coloro che guardano”.
Nicolò invece, 26 anni, ha vissuto tutta la sua vita a Venezia: da un anno ha lasciato gli studi di informatica all’università, decidendo di dedicarsi a tempo pieno al mondo digitale. Con Easy Tech, per esempio.

Nico&Teo per i canali della città di Venezia Twitch
Nico&Teo per i canali della città di Venezia Twitch

Da una piattaforma all’altra per progetti futuribili

“Easy Tech è un progetto parallelo all’intrattenimento e più futuribile: si tratta di creare contenuti a tema pc building (assemblaggio computer) e assistenza informatica. Contenuti di cui il mondo digitale è carente e dove la disinformazione dilaga. Ho quindi raccolto le mie competenze informatiche: offriamo un servizio di base gratuito ai nostri follower, grazie all’aiuto degli amici più stretti che ci aiutano a moderare la community”. Da qui si arriva al più popolare Youtube, usato da iFioiTv solo come vetrina per portare nuovi utenti su Twitch “che è molto più leggera – sottolineano Nicolò e Matteo – rispetto a Youtube: qui i video vengono studiati ed editati: si cerca sempre di perfezionare il prodotto. Su Twitch c’è meno margine di errore ma va bene così, il nostro pubblico lo sa. Sappiamo subito se stiamo piacendo tramite la live chat”.

La nuova piazza giovane

Twitch ha iniziato a crescere tantissimo negli ultimi due/tre anni. Col tempo la paura degli youtubers di perdere followers con il passaggio da una piattaforma all’altra si è spenta – aggiunge Matteo – Da poco tempo anche Fedez è su Twitch e sta facendo numeri incredibili”. “Adesso si sta trasformando in livestreaming un po’ per tutto – continua Nicolò – tipo al momento va molto il contenuto Just chatting, dove lo streamer semplicemente chatta con il pubblico. E sta diventando un’abitudine far partire una live in momenti normali e quotidiani della giornata per stare insieme alla propria community”.

Sono contenuti lunghissimi quelli di Twitch. Come spiega Nico “La regola è fare dirette di almeno due ore: la prima ora serve per attirare pubblico, poi parte la live vera e propria. Anche otto ore sono fattibili: è come andare a lavoro, però divertendosi”. E poi ci sono le maratone, quando bisogna festeggiare qualche evento speciale “come il prossimo 13 dicembre, quando festeggeremo il secondo anniversario del nostro canale”.

Il logo sui canali social de iFioiTv
Il logo sui canali social de iFioiTv

Ma il pubblico riesce a reggere così tante ore?
Twitch è come la televisione: è una compagnia. Finché ascolti puoi fare altro. Chi ti segue lo fa per due motivi: il contenuto e perché sei tu (creatore, ndr). Il canale di Twitch per molte persone diventa un luogo dove si sta bene: si conoscono, giocano insieme, escono a bere un caffè. È una piazza virtuale. Noi stessi abbiamo conosciute persone splendide”.

NewHaven: stessi principi, stessi valori

Un pubblico che dipende molto da chi trasmette. “Lo streamer fa la community e viceversa”. Tanto che iFioiTv possono vantare un pubblico che va dai 10 ai 40 anni, dove anche le famiglie si riuniscono per guardarli. È un punto a cui Nico&Teo tengono parecchio: “Abbiamo fatto delle live in cui parlavamo di temi a noi cari e di una certa importanza sociale, come i diritti Lgbt, e nonostante sia arrivato in chat qualcuno con fare da sbruffone, siamo riusciti a spiegare le nostre ragioni; a distanza di un anno ancora ci ringrazia per avergli dato una prospettiva diversa”.

Nasce da qui NewHaven: un gruppo di streamer (fondato da loro e LadyMilenia) con gli stessi valori morali e gli stessi principi.
“Il nostro motto è zero discriminazioni verso chiunque respiri. Twitch non è un film: è intrattenimento reale. Non si può scherzare su temi delicati. È responsabilizzazione dell’intrattenitore”. Uno squadra che fa networking, passaggio fondamentale nel mondo di Twitch. Un mondo, una piazza virtuale, un modo diverso di fare comunità e un lavoro divertente. Nico&Teo, iFioi, in fondo, hanno ragione: Twitch può essere ogni giorno un’avventura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  Twitch