Arte e Cultura +

Disabilità e inclusione negli scatti di Christian Tasso a Venezia

Disabilità e inclusione negli scatti di Christian Tasso a Venezia
Sciamano, provincia del Dundgov (Mongolia 2017) - Ph. Christian Tasso

Splendidi bianco e nero che raccontano storie, situazioni e aspirazioni di persone con disabilità in varie parti del mondo.
Sono gli scatti che compongono la mostra “Nessuno Escluso/No One Excluded” che apre al pubblico sabato 28 agosto a Venezia, a Palazzo Trevisan degli Ulivi, in Campo S. Agnese.
L’autore delle immagini è il giovane Christian Tasso, classe 1986, che vive e lavora tra l’Italia e la Svizzera.
Già vincitore di premi internazionali con diversi suoi progetti fotografici, arriva nel capoluogo lagunare con un’esposizione in cui presenta la “diversità” come una risorsa integrata nel contesto sociale in cui le persone vivono.

La “diversità” come valore aggiunto

Le foto di Christian Tasso affascinano e rimangono nel cuore di chi le osserva.
In ognuna è racchiusa la storia personale del soggetto ritratto, nei suoi momenti di vita quotidiana.
Uno scatto del 2016 realizzato a Cuba, un uomo a bordo della sua imbarcazione si esprime dicendo “Ogni giorno vado in mare”. Lo sciamano della Mongolia si racconta: “Sono diventato sciamano in giovane età. Non sapevo che lo sarei diventato, ma poi lo spirito mi ha scelto e mi sono ritrovato a scoprire nuovi aspetti sorprendenti e appassionanti di me, degli altri e della realtà che mi circonda. Mi piace il mio ruolo, sento di essere utile a molti e so di essere importante per la mia comunità”.

Manzanillo, Cuba 2016 – Ph. Christian Tasso

E ancora, tra le foto in mostra, due teneri bambini di Monti Niligiri, in India con i lori grandi occhii fissano chi sta loro davanti: “Mentre i nostri genitori sono fuori nelle piantagioni di tè, noi giochiamo insieme agli altri bambini del villaggio”. Sono tanti i messaggi che arrivano da ogni parte del mondo attraverso le foto di Christian. Con “Nessuno Escluso” l’artista porta alla luce la vita quotidiana di persone con disabilità che rappresentano il 15% della popolazione globale.

Monte Niligiri, India 2017 – Ph. Christian Tasso

Com’è nata la mostra

Le immagini che si possono ammirare nell’esposizione a Venezia, tutte scattate in pellicola e sviluppate manualmente in camera oscura, sono una viva testimonianza di come la disabilità possa diventare un elemento tra i tanti che costituiscono l’identità di una persona.

«Le foto selezionate – spiega l’autore Christian Tasso – fanno parte di un ampio progetto che mi ha visto impegnato per 5 anni in vari Paesi del mondo. Ho incontrato tante persone e condiviso con loro forti emozioni. Da questa esperienza ho compreso che la “diversità” è la più grande ricchezza che il genere umano abbia. Un messaggio che attraverso i protagonisti spero sia compreso anche da chi guarda i miei ritratti. Sono stampati in grande formato, un metro e mezzo per un metro e mezzo, proprio per stabilire uno stretto dialogo tra loro e chi ci sta davanti.

Kampong Cham, Cambogia 2016 – Ph. Christian Tasso

La mia passione per la fotografia, iniziata quando ero piccolissimo, mi ha portato a viaggiare molto e a entrare in contatto con realtà che hanno lasciato ciascuna un segno indelebile arricchendo di volta in volta la mia formazione. Attualmente sto lavorando a un progetto, iniziato in Trentino Alto Adige, sul tema uomo e territorio mettendo al centro dell’attenzione storie di persone che vivono il loro rapporto con la natura».

Il giovane fotografo vive e lavora tra la Svizzera e l’Italia, dove sviluppa progetti su temi legati alla ricerca dell’identità attraverso e con gli altri, alla comunità, i costumi e i rituali, l’interazione con la natura e il rapporto tra memoria e territorio.

Narok, Kenya 2017 Ph. Christian Tasso

Da Milano a Venezia, a Roma

La mostra fotografica “Nessuno Escluso”, visitabile gratuitamente dal 28 agosto al 17 settembre (dal lunedì al sabato dalle 12 alle 18, prenotazione obbligatoria sul sito www.eventbrite.it), si inserisce nel quadro della politica estera svizzera per la tutela delle persone con disabilità. La nazione, anche a livello internazionale, si prodiga per il miglioramento delle condizioni di vita di gruppi di popolazioni svantaggiate, comprese le persone con disabilità impegnandosi per la partecipazione attiva alla vita politica, economica, sociale e culturale.

Kathmandu, Nepal 2015 – Ph. Christian Tasso

L’esposizione è curata da Adelina von Furstenberg – curatrice d’arte internazionale e vincitrice del Leone d’Oro della 56a Biennale di Venezia per la “Migliore partecipazione Nazionale” con il Padiglione dell’Armenia – e organizzata in collaborazione con il Consolato Generale di Svizzera a Milano e l’ONG Art for the World di Ginevra. Dopo la prima tappa alla fabbrica del Vapore di Milano e la successiva di Venezia, la mostra itinerante di Christian Tasso raggiungerà Palazzo Merulana a Roma il prossimo dicembre.

Silvia Bolognini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  fotografia