Società +

Il Natale illumina le città per un messaggio di speranza

Il Natale illumina le città per un messaggio di speranza

Ne abbiamo consapevolezza: sarà diverso il prossimo Natale.
Niente mercatini né cene con relativi baci e abbracci. Le imminenti festività dovremo viverle con “sobrietà e cautela”. Ma se è vero, come afferma uno studio del 2017, che l’atmosfera natalizia rende più felici, mai come quest’anno le nostre città saranno illuminate a festa.
Nessun DPCM potrà spegnere la loro magia, noi dobbiamo soltanto cercare di vivere un po’ più spensieratamente questi giorni che ci avvicinano al Natale.

Un Natale all’insegna della luce

“Forse è così la gioia, vista da dentro: una valle di luci, un vento etereo” scriveva la scrittrice statunitense Barbara Kingsolver. Ecco quello che sta succedendo a molti centri storici: si stanno trasformando in piccole “valli di luci” capaci di risollevarci almeno il morale e di portare un messaggio di speranza.
Venezia, Mestre e la terraferma, Treviso, Padova e tante altre cittadine stanno già rilucendo di sfavillanti decorazioni. Per un Natale che metaforicamente passerà dagli occhi e arriverà al cuore con tutta la sua poesia.

Il Natale di Luce di Venezia

Forse quello di cui tutti abbiamo più bisogno è la speranza che questo virus venga debellato, che arrivi il vaccino, che la situazione economica migliori, che si possa tornare a vivere la normalità.
E sarà proprio Venezia, la città più resiliente al mondo, a portare idealmente questo messaggio ai quattro angoli del pianeta attraverso due dei suoi simboli. Dal 5 dicembre “Natale di Lucetingerà d’arte il Ponte di Rialto – dall’imbrunire a tarda serata, e per più volte al giorno – trasformandolo in un libro dove scorreranno alcune delle pagine più significative della storia di Venezia grazie a un gioco di proiezioni e dissolvenze.

Rialto Natale 2020 Venezia
Rialto Natale 2020 Venezia

Gran finale il 31 dicembre con un un brindisi simbolico al nuovo Anno che introdurrà anche le celebrazioni per i 1.600 anni della fondazione di Venezia.
Dal 4 dicembre, invece, l’installazione digitale dell’artista Fabrizio Plessi a forma di grande “albero della vita” con i suoi 80 tasselli irraggerà da Piazza San Marco fasci luminosi.

Luminarie Plessi san marco
L’albero di Natale realizzato dall’artista Fabrizio Plessi tra le due colonne di Piazza San Marco, a Venezia

“Una nuova luce – ha dichiarato il sindaco Luigi Brugnaro –  per dare speranza a tutti i veneziani, a chi ha perso il lavoro, a chi fatica ad arrivare alla fine del mese, a chi ha dovuto dire addio ai propri cari per colpa di un maledetto virus, ma soprattutto a chi, con orgoglio, sa che quando tutto questo sarà finito, avremo comunque fatto tesoro di ciò che ci è capitato e saremo pronti per ripartire”. Una poetica installazione che rimarrà accesa fino al 6 gennaio 2021 insieme a “L’Età dell’Oro”, dello stesso Plessi, già sulla facciata dell’Ala Napoleonica del Museo Correr.

Palazzo Correr, L'età dell'oro di Fabrizio Plessi
Palazzo Correr, L’età dell’oro di Fabrizio Plessi

Le Città in Festa, eventi diffusi nel territorio

Nonostante la difficoltà nel programmare eventi in questo particolare momento, e in attesa del prossimo DPCM, a Mestre si respira aria di festa già dal 21 novembre con lo sbrilluccichio delle luminarie lungo le strade principali e in Piazza Ferretto.

Purtroppo non ci saranno le casette dei mercatini e neppure la pista di pattinaggio ma il grande albero di Natale spledidamente addobbato e ufficialmente già acceso regalerà una gioiosa atmosfera di festa che accompagnerà i cittadini durante i momenti di shopping.

Il Natale incantato di Treviso

Quest’anno il “Natale Incantato” propone molte novità ma tutte nel rispetto delle norme per il contenimento del contagio. Saranno festività “responsabili” all’insegna dell’arte, dello spettacolo e, per i più piccoli, della magia delle luci. I 5 alberi monumentali allestiti nel centro storico verranno accesi simultaneamente e in un giorno a “sorpresa”; mentre alle ormai iconiche stelle sull’acqua, che fanno la gioia degli instagramers, sono state aggiunte altre due strutture giganti luminose: un simpatico orso e un pacco natalizio.

Confermata La Via dei Presepi (dal 26 dicembre al 10 gennaio) con la visita a Natività monumentali allestite nelle principali chiese cittadine.
Il Natale Incantato di Treviso sarà anche social grazie con un contest fotografico e molti eventi si potranno seguire in diretta streaming.
https://www.comune.treviso.it/natale-incantato-a-treviso-2020/

Padova, una città di stelle

Nella Città del Santo la “magia non si spegne”.
L’edizione 2020 di “Natale a Padova – una città di Stelle” è stata completamente rivista nel rispetto delle normative anticontagio ma con il suo nuovo format riuscirà di sicuro a portare un po’ di serenità nell’animo dei cittadini. Fino al 6 gennaio oltre alle tradizionali luminarie, alle installazioni e ai decori del centro e dei quartieri, verrete rapiti dalla bellezza dei video mapping proiettati sulle facciate dei palazzi del centro storico.

Natale 2020 Padova
Natale 2020 Padova

Sarà un viaggio poetico tra le stelle perché le animazioni sono ispirate a Giotto e Galileo Galilei, due tra gli “astri” più brillanti che hanno lasciato la propria impronta a Padova.
Confermato l’appuntamento con Presepiando, un modo per scoprire più di 200 preziosi presepi allestiti tra le vie più antiche del centro storico.
https://www.nataleapadova.it/

“A Natale compra nei negozi della Tua città, non far spegnere le loro luci”

Nelle città anche le vetrine dei negozi iniziano a prepararsi per il Natale.
A questo proposito, la CGIA di Mestre ha lanciato uno slogan che sta facendo il giro dei social network.
E’ un invito a comprare nei negozi di vicinato e nelle botteghe artigiane, le uniche attività che mantengono vivi i centri storici.
E’ vero che l’ordinanza regionale impedisce di passeggiare nei centri storici (tranne che per i residenti) ma è altrettanto vero che se facciamo acquisti nessuna area ci è vietata. Almeno finché saremo in zona gialla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.