Ambiente +

Meteo: ultime giornate d’estate. Nel weekend la prima neve

Meteo: ultime giornate d’estate. Nel weekend la prima neve

Temperature estive ancora fino a giovedì, tra sabato e domenica in arrivo la neve sui rilievi alpini

L’estate 2022, quella che ricorderemo come la più calda di sempre, è agli sgoccioli.
Ancora un paio di giorni con temperature elevate poi la svolta, a partire da mercoledì, quando inizieranno i primi piovaschi in nord ovest e Toscana. E sarà un susseguirsi di peggioramento che arriverà addirittura a portare la prima neve.
Caldo torrido e siccità lasceranno dunque spazio a un clima decisamente più consono al periodo, oltre a un ritorno delle piogge.

neve

Arriva l’autunno, temporali anche intensi e crollo delle temperature

«Di fatto questa settimana arriverà l’autunno – spiega Lorenzo Tedici, meteorologo responsabile media di iLMeteo.it -. Tutto succederà a partire da mercoledì con le prime piogge, fino a quel momento ci saranno ancora giornate soleggiate e temperature addirittura in aumento con valori massimi che torneranno sui 30°C al Centro-Nord e fino a 37-38° C al Sud, in particolare Sicilia, Calabria e Puglia. Da giovedì la situazione precipiterà e subiranno un brusco calo. Si estenderà infatti la perturbazione proveniente dalla Francia legata all’ex uragano “Danielle” portando maltempo sulle regioni centrali tirreniche Toscana, Umbria, Lazio. Situazione che nel weekend raggiungerà anche il resto d’Italia».

neve
Lorenzo Tedici, meteorologo responsabile media di iLMeteo.it

L’addio di Bacco e dell’estate

Nei prossimi giorni si attiverà una vasta circolazione depressionaria centrata sulla Scandinavia movimentando correnti d’aria molto fredde che dall’Artico scivoleranno verso Sud attraversando, dapprima il centro Europa per arrivare sull’Italia nel corso del fine settimana. Questo porterà la fine dell’anticiclone africano ora chiamato “Bacco” che ancora una volta ha riportato il caldo intenso. Proprio a causa dei contrasti termici che si verranno a creare tra aria calda preesistente e quella fredda, non si escludono fenomeni temporaleschi anche intensi che possono essere accompagnati da grandine. A rischio sabato 17 saranno soprattutto Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria (specie di Levante) e Toscana.

Aria artica, la neve in quota

Il tutto sarà accompagnato da un sensibile abbassamento delle temperature, che faranno registrare una decina di gradi in meno rispetto alle attuali.
Il passaggio dall’estate ai primi assaggi d’autunno sarà dunque rapido
«Tra sabato 17 e domenica 18 settembre, al crollo generale dei gradi in tutta la penisola – conclude Lorenzo Tedici – si assocerà la prima neve della stagione che interesserà quote sui 1.700/1.800 metri dell’arco alpino, Livigno, Alto Adige, Val Pusteria. Il nucleo di aria fredda polare segnerà, seppure in anticipo, l’arrivo dell’autunno».
Le masse d’aria tra giovedì 15 e il weekend 17-18 arriveranno in Italia dalla porta della Bora (Alpi Giulie) generando un forte peggioramento del tempo.
I venti di Bora e Grecale soffieranno impetuosi, contribuendo ad abbassare le temperature anche al Sud.

Silvia Bolognini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  meteo