Società +

Maturità: ultimi dettagli per l’esame del 16 giugno

Maturità: ultimi dettagli per l’esame del 16 giugno

Un esame solo orale, come l’anno scorso, il primo della maturità in tempi di Covid.
Ma con due significative novità: la necessità di essere ammessi e la discussione di una tesina.
Sono ore cruciali, per gli studenti dell’ultimo anno delle secondarie di secondo grado, i maturandi del 2021.
Il ministero ha infatti predisposto l’ordinanza relativa agli esami di maturità 2021.

Il testo è stato ora trasmesso al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, che deve dare il proprio parere preventivo, e sarà quindi pubblicato, ufficializzando le modalità di svolgimento dell’esame.

La maturità 2021

L’esame ricalcherà a grandi linee quello dello scorso anno, quando, a causa dell’emergenza, il tradizionale doppio scritto più un orale fu sostituito da un unico esame da sostenere in forma orale.
Il candidato si presenterà dunque in un’unica giornata davanti alla commissione che, anche in questo caso, sarà formata da membri interni all’istituto, con il solo presidente esterno.

«Al momento – spiega Carmela Palumbo, direttore dell’Ufficio scolastico regionale del Veneto – è previsto che l’esame sia sostenuto in presenza, così come le stesse lezioni vengono già effettuate al 50%, a rotazione, non a distanza. Se però la situazione dovesse precipitare, c’è anche la possibilità di svolgerlo da remoto. Comunque, ricordo che già l’anno scorso, grazie a tutte le precauzioni adottate dalle scuole, come lo scaglionamento degli orari, si riuscì a far svolgere gli esami in presenza».

L’elaborato e l’ammissione

Rispetto al 2020, la maturità 2021 aggiungerà alla discussione ordinaria sulle materie studiate nel programma anche un elaborato specifico presentato dal candidato. Questo, inerente le materie di indirizzo del corso, sarà concordato dallo studente con il consiglio di classe entro il 30 aprile e dovrà essere consegnato entro il 31 maggio.
«L’esame – riprende Palumbo – partirà proprio da questo elaborato, rompendo il ghiaccio della discussione orale».

Per sostenere la maturità, inoltre, tornerà necessario il requisito dell’ammissione, disposta dal consiglio di classe in sede di scrutinio finale. E nella valutazione finale inciderà, al 60%, il credito scolastico maturato, per un punteggio massimo di 100 punti. L’avvio delle prove di maturità è fissato per il 16 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.