fbpx

Marghera: dalla biblioteca la realizzazione di progetti culturali innovativi

la biblioteca di Marghera
Nella foto in alto: la biblioteca di Marghera

Il MIBACT approva e finanzia il progetto “Biblioteca di Marghera casa di quartiere

Giovani e innovazione. Futuro e tecnologia. E una biblioteca, che diventa una sorta di casa di quartiere itinerante, pronta a diffondere nell’intero territorio le sue iniziative.
E’ quella di Marghera, protagonista e centro di attrazione per cittadini, scuole, associazioni e realtà del territorio impegnate insieme anche nella ricerca e ricostruzione della memoria storica dei luoghi.

 

L’interno della biblioteca di Marghera

Il Ministero per i Beni e le Attività culturali e turismo ha molto apprezzato il progetto del Comune di Venezia “Biblioteca di Marghera casa di quartiere itinerante: identità e STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) tra racconto di comunità e immagine del futuro”. Tanto da approvarlo e decidere di finanziarlo con 63 mila euro, per un investimento complessivo di 75 mila. La quota è destinata a programmi culturali innovativi da realizzare coinvolgendo in primis i giovani.
Si vuole stimolare al tempo stesso la capacità di utilizzare gli strumenti digitali, di cui la Rete Biblioteche Venezia è dotata, attraverso l’attivazione di laboratori e corsi aperti a tutti.

Un lavoro di squadra

“E’ un progetto significativo – sottolinea l’assessore alla Coesione Sociale del Comune di Venezia Simone Venturini – che consente un ulteriore passo avanti sulla strada dell’innovazione urbana strutturata sulle giovani generazioni. Si mettono in sinergia cultura, identità locale e tecnologia che sono al centro delle politiche di questa amministrazione”.
Le attività finanziate si realizzeranno tra l’inverno 2019 e la primavera 2020 e sono rivolte a diverse fasce d’età. Da un lato ci sono bambini e ragazzi che si possono considerare nativi digitali, ma che ancora non hanno consapevolezza delle potenzialità e dei campi applicativi delle competenze digitali. Dall’altro troviamo gli adulti che si approcciano alle nuove tecnologie. “Fondamentale per la riuscita del progetto – precisa Venturini – la collaborazione che si sta creando tra la biblioteca, le istituzioni scolastiche e le Associazioni culturali e di promozione sociale presenti nel territorio di Marghera”.

La biblioteca di Marghera

Il progetto tra memoria e futuro

Il progetto prevede il coinvolgimento della Biblioteca e di tutto il territorio di Marghera. Insieme quindi le Istituzioni scolastiche, le associazioni, le parrocchie e altre realtà del territorio che vogliano dare il loro contributo.
Tante realtà impegnate in progetti culturali che amplino e diversifichino l’offerta coinvolgendo giovani e adulti.
Il progetto pone l’attenzione anche sulla biblioteca come sede di raccolta e conservazione della memoria storica del luogo.
Una biblioteca capace però di guardare al futuro con lo sviluppo delle tecnologie, quali strumenti necessari in diversi ambiti economici, sociali e politici. Molti gli eventi e attività che si realizzeranno sia in sede della biblioteca, sia diffusi sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter