M9: magia di colori e movimento. Il Carnevale sensoriale di Mestre

m93

All’ M9 anche Peter Greenaway.

Il noto regista ha scelto Mestre per l’anteprima europea della sua nuova performance

 

Tutti con il naso all’insù. O a giocare soffiando su piccoli dispositivi provando gioia e divertimento nel vedersi aprire delle grandi gemme colorate nell’aria.
Movimento e colore, esperienza e arte.
Unisce tutto questo l’installazione Breathing Colours of M9 con la quale il museo multimediale del 900 di Mestre ha aperto ufficialmente la sua partecipazione al Carnevale di Venezia.
Lo fa con numerosi eventi e iniziative che si vanno a inserire nella ricca programmazione di Vela Spa, con la quale M9, in quest’occasione di festa della città, collabora in sinergia d’intenti e come concreto punto di riferimento sul territorio.

Breathing Colours of M9

L’installazione creata dall‘artista Felice Limosani rappresenta una sorta di “benvenuto” per gli ospiti, accolti nello storico chiostro M9 con l’invito a regalarsi un’esperienza sensoriale cinetica.
Sospese nel vuoto, sono delle grandi gemme floreali che, con l’interazione del pubblico, si aprono volteggiando nel cielo. Il loro movimento, la loro forma e dimensione non sono meccaniche ma determinate dall’azione del visitatore che, soffiando al centro di un dispositivo, genera la rotazione di ogni singolo fiore.
“Per me è importante che la creatività sia condivisa -ha spiegato Felice Limosani, noto per la sua capacità di trasformare i luoghi in luoghi di esperienza e di comunicazione– Questi soffi colorati sono un mio augurio per Mestre e per M9, ma soprattutto un augurio per tutti i bambini e le persone che vorrei continuassero a stupirsi di fronte alla vita e all’arte”.
L’ingresso al chiostro M9, dove si trova l’installazione, è aperto e gratuito.

 

 

Una serata speciale

Alla serata inaugurale del 22 febbraio erano presenti anche Valerio Zingarelli, il presidente di Polymnia, società alla quale si deve la realizzazione del polo culturale M9, e il regista Peter Greenaway, considerato uno dei più significativi cineasti britannici.

Peter Greenaway

Proprio lui ha scelto M9 per l’anteprima europea della sua performance Film and Music.

Per l’occasione il quintetto Architorti ha eseguito dal vivo le colonne sonore di alcuni lavori realizzati in collaborazione con il famoso pittore, regista e sceneggiatore gallese.

Il quintetto Architorti

1 commento su “M9: magia di colori e movimento. Il Carnevale sensoriale di Mestre”

  1. Pingback: Flying bells for M9 - Metropolitano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter