Economia +

Lotteria degli Scontrini: corsa agli ultimi preparativi verso il via del 1 gennaio

Lotteria degli Scontrini: corsa agli ultimi preparativi verso il via del 1 gennaio

Può bastare una spesa di un solo euro per vincere fino a 5 milioni. Ma attenzione. Anche se parliamo di una lotteria, non stiamo facendo pubblicità a un nuovo “gratta e vinci”. Perché non è necessario uno specifico biglietto, per partecipare ma acquistare un normale bene di consumo o un servizio presso i negozi al minuto.
Sarà poi l’Agenzia delle Dogane, a fronte della registrazione dello scontrino, a regalare i tagliandi. Un meccanismo semplice, che presto entrerà nella quotidianità di tutti noi.
Dal 1 gennaio 2021 parte la Lotteria degli Scontrini. Anche se, a una decina di giorni dal via, non tutto è ancora pronto…

CGIA chiede un rinvio

Il problema principale, sottolinea la CGIA di Mestre, è legato all’aggiornamento dei registratori telematici. Anche nel Veneziano, sottolinea il presidente della CGIA, Roberto Bottan, solo il 30% degli apparecchi risulta al momento aggiornato. «E purtroppo – spiega Bottan – è impossibile completare l’adeguamento entro fine anno».
Il mercato, infatti, anche a causa della pandemia, non è stato in grado di soddisfare l’elevato numero di richieste presentato dagli operatori.
Nonostante i costi per l’aggiornamento, in alcuni casi, arrivino a toccare anche 300 euro.

Per questi motivi, la CGIA ritiene che sia «assolutamente necessaria una proroga a livello nazionale sull’avvio della lotteria degli scontrini». E questo anche per evitare una distorsione della concorrenza tra operatori economici.
«Una proroga anche di pochi mesi – conclude Bottan – consentirebbe una partenza uniforme. E non si creerebbe l’inevitabile pregiudizio, soprattutto per le attività di più piccole dimensioni, tra chi può garantire la partecipazione alla lotteria e chi non può farlo».

Come si partecipa

Ognuno di noi, purché maggiorenne e residente in Italia, può partecipare gratuitamente alla Lotteria, che mira prima di tutto al contrasto all’evasione fiscale. È sufficiente munirsi di un “codice lotteria” e mostrarlo all’esercente al momento dell’acquisto.
Questo genererà un biglietto virtuale ogni euro speso, fino a un massimo di 1.000.

Si parteciperà così automaticamente alle estrazioni del giovedì, che avranno cadenza settimanale, mensile e annuale. Ogni scontrino, anche quando genera più di un biglietto, partecipa comunque a sole 3 estrazioni (appunto settimanale, mensile e annuale) e dà diritto a un solo premio. Non è comunque necessario conservare fisicamente gli scontrini.

Estrazioni e premi

La Lotteria prevede una serie diversificata di estrazioni e premi.
Le estrazioni “ordinarie” riguarderanno solo i consumatori, assegnando 7 premi da 5.000 euro ciascuno ogni settimana, 3 da 30.000 euro ogni mese e 1 da 1 milione di euro ogni anno. Per partecipare, si potrà pagare in qualunque forma, dai contanti, al bancomat, alla carta di credito.

lotteria scontrini
lotteria scontrini

Serve invece un pagamento elettronico per partecipare alla seconda tipologia di estrazioni, chiamate appunto “zerocontanti”.
In questo caso, verranno premiati sia i consumatori che gli esercenti.
Per i primi sono previsti 15 premi da 25.000 euro ogni settimana, 10 da 100.000 euro ogni mese e uno da 5 milioni ogni anno.
I premi per gli esercenti sono invece 15 da 5.000 euro nelle estrazioni settimanali, 10 da 20.000 euro in quelle mensili e uno da un milione in quelle annuali. L’estrazione “zerocontanti” ha ricevuto il via libera dal Garante della Privacy da pochi giorni.

Il codice lotteria

L’unica attività richiesta al consumatore è quella di richiedere il codice lotteria. Si tratta di uno “pseudonimo” alfanumerico, composto da 8 caratteri, che serve solo per partecipare alla lotteria. È abbinato al codice fiscale, ma garantisce l’anonimato. Il codice viene generato nella sezione “Partecipa ora” del portale www.lotteriadegliscontrini.gov.it.

Una volta ottenuto, il codice potrà essere stampato o salvato sullo smartphone. Per partecipare alla lotteria, va infatti presentato al negoziante al momento del pagamento. E’ lui che consente di non dover conservare gli scontrini.  In caso di smarrimento, potrà essere visualizzato e recuperato nell’area riservata del sito. Oppure, se ne potrà richiedere uno nuovo, utilizzando uno o l’altro in alternativa.

Gli acquisti che non concorrono

In generale, danno diritto alla partecipazione tutti gli acquisti superiori a 1 euro e non effettuati online.
Vi sono però alcune categorie di acquisti espressamente escluse dalla Lotteria. Si tratta di quelli riguardanti beni o servizi destinati all’esercizio di attività d’impresa, arte o professione. Nonché di quelli per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Nella fase d’avvio sono escluse anche altre due categorie di acquisti. Quelli, come gli acquisti effettuati presso farmacie, ottici o laboratori di analisi, per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria. E quelli documentati mediante fatture elettroniche.

Il calendario e le premiazioni

Le prime estrazioni saranno effettuate giovedì 14 gennaio 2021. Parteciperanno gli scontrini trasmessi e registrati dal 4 al 10 gennaio (entro le 23.59).
Le estrazioni mensili partiranno invece giovedì 11 febbraio 2021 e proseguiranno ogni secondo giovedì del mese.
Le prime estrazioni annuali si terranno invece a inizio 2022, in data ancora da definire. Nell’area riservata del portale, potrà sempre essere controllato l’elenco dei propri scontrini.

L’Agenzia delle Dogane comunicherà l’eventuale vincita via raccomandata o pec, oltre a inviare una comunicazione informale via sms in caso di inserimento del numero di cellulare. Il pagamento sarà effettuato mediante bonifico o assegno circolare non trasferibile. I premi non saranno più reclamabili trascorsi 90 giorni dalla ricezione della comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.