fbpx

LE IMPRESE METROPOLITANE VOGLIONO CRESCERE INSIEME

M7-Intrapresa

È nata Venice Intrapresa, nuova associazione “trasversale” in cui imprenditori e professionisti fanno squadra


Si chiama “Referral Marketing” e l’uso dell’inglese, in questo caso, non è solo il tipico vezzo, ma illustra bene un approccio al lavoro di gruppo di matrice tipicamente anglosassone. Dietro al termine tecnico, però, ci sono valori che possono risultare fondamentali anche per un’impresa italiana, cioè il tentativo di creare e scambiare opportunità di business attraverso la contaminazione di idee e di esperienze, con una metodologia di lavoro semplice, snella e con poche ma precise regole, applicate da tutti al fine di raggiungere gli obiettivi di ampliamento delle relazioni (e, di conseguenza, anche del giro d’affari). A calare questo concetto nella realtà locale è adesso Venice Intrapresa, un’associazione senza scopo di lucro nata nel primo trimestre del 2016, che ha scelto la sede del Golf Club Ca’ della Nave di Martellago, strategica nel suo posizionamento tra le province di Venezia, Treviso e Padova, proprio con l’intento di abbracciare un bacino vasto e ricollegabile alla nuova Città Metropolitana. Un luogo dove, ogni martedì sera, si svolgono meeting settimanali in cui imprenditori e professionisti del Veneto possono scambiarsi opportunità di business, esperienze e casi di successo, per crescere insieme.
«Da sempre – spiega Maurizio Cecconi, vicepresidente di Venice Intrapresa – ho pensato che il lavoro “in team” e le reti d’impresa siano il metodo più efficace ed efficiente per operare sul mercato. Quindi, l’idea mi ha visto subito coinvolto ed in prima linea per la condivisione delle mie relazioni. Dopo i primi incontri e le prime riunioni, è quindi nata Venice Intrapresa, un’associazione no profit che, rispetto all’esterno, conscia del fatto che la diversità è una ricchezza, intende essere trasversale, sia per categorie partecipanti che per territorio».
«Siamo un’associazione – evidenzia il presidente, Alberto Bobbo – che ha l’obiettivo di essere in un contesto in cui gli obiettivi dei singoli sono l’obiettivo dell’associazione stessa. Mettiamo insieme imprenditori e professionisti che svolgono la propria attività in diversi contesti merceologici e tipologie d’impresa, comprendendo le professioni, l’industria, i servizi, il commercio e i produttori agricoli: tutti fondamentali per il nostro Made in Italy, in un territorio che include (e non esclude) Padova, Treviso e Venezia. Rispetto alle associazioni di categoria, poi, ci differenziamo in quanto cerchiamo di agevolare e propagare la contaminazione e le relazioni trasversali, riunendo imprenditori e professionisti con l’esplicito intento di sviluppare occasioni di business. Infine, non vogliamo e non pretendiamo di avere un “appeal istituzionale”: siamo nati per far incontrare domanda e offerta delle aziende del territorio e contribuire, nel nostro piccolo, alla crescita delle occasioni di business delle imprese che si associano e partecipano alla nostra associazione».
«Con tutte le altre realtà del territorio – aggiunge Francesca Galasso, tesoriere dell’associazione – la nostra volontà è quella di relazionarci come “il buon vicino di casa”, con cui valutare opportunità di sinergie, comunicazione, organizzazione di eventi culturali e professionali, iniziative di stimolo congiunto per lo sviluppo del territorio e il confronto con gli enti preposti, al fine di agevolare i nostri associati e il territorio».
Pur essendo nata da poco, l’associazione mira a chiudere il primo anno sociale con cento, tra aziende e professionisti, coinvolti ed associati, strutturati in quattro team di Referral Marketing. Si punta ad aver organizzato, entro fine 2016, sei eventi, in collaborazione con Vitamina G, aperti a tutti, con presenza di associazioni o società che rappresentano progetti di eccellenza nel territorio della Città Metropolitana, per fare formazione e presentare l’associazione stessa ad altri imprenditori e professionisti.
«Faremo quindi un primo consuntivo, a fine anno, e una presentazione del business plan del 2017, primo anno su cui avremo dati per definire obiettivi e pianificare ulteriori progetti concreti di sviluppo» aggiunge Francesca Galasso.
Intanto, Venice Intrapresa continua ad organizzare appuntamenti, strutturati su due format: “Venice Intrapresa At Work”, che prevede la possibilità, per ogni imprenditore e professionista, di presentare la propria azienda in modo dinamico e interattivo, e “Venice Intrapresa Open Meeting”, incontro mensile per far conoscere da vicino l’associazione a nuovi imprenditori e professionisti e fare networking con iniziative d’eccellenza che diano una corretta visibilità ad associati e ospiti. Il calendario degli appuntamenti già pianificati e le modalità per aderire all’associazione sono disponibili sul sito www.veniceintrapresa.it.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter