Società +

Igor Cassina a Venezia per lanciare la prima area fitness outdoor accessibile a tutti

Igor Cassina a Venezia per lanciare la prima area fitness outdoor accessibile a tutti

«Lo sport è uno strumento educativo che probabilmente ci ha aiutato anche in questo momento storico. E ben venga che, grazie a queste strutture, chiunque possa comprendere la nobiltà di fare allenamento e attività fisica all’aria aperta, che è la miglior forma di prevenzione per star bene».
Arriva da un campione olimpico come Igor Cassina la “benedizione” della nuova area fitness del Parco Albanese alla Bissuola di Mestre, inaugurata giovedì 24 giugno.
E’ la prima area per lo sport accessibile liberamente per la cittadinanza nel veneziano.
Una delle poche in Italia e tra le varie che, nel mondo, stanno diventando una tendenza.

Le palestre sociali

In Cina, a Hong Kong e a Tokyo, le palestre verdi all’aperto sono già un must, ma l’elenco si allunga in America e in Europa.
A far crescere il numero di aree attrezzate ha contribuito un’ analisi della Bournemouth University, pubblicata sul Journal of Health and Physical Activity, che elenca i vantaggi del tai-chi e della ginnastica per il miglioramento dell’equilibrio e della forza nelle persone non più giovani, sensibilizzando le istituzioni a progettare aree all’aperto a misura di anziani in modo da migliorare il loro benessere psicofisico.

anziani ginnastica

La nuova area fitness di Mestre: sarà solo la prima

La nuova area outdoor di Mestre è dotata di pavimentazione antitrauma e di 11 attrezzature professionali, con percorsi dedicati alle diverse esigenze e particolare attenzione ad anziani, disabili (con 2 attrezzi dedicati all’outdoor fitness) e soggetti fragili. In 8 strutture gli adulti possono effettuare una seduta di allenamento completa, dal total body, al cardio al body building, ed è presente anche uno strumento di tipo composto destinato a un circuito a corpo libero.
L’area fitness è stata interamente finanziata con 46.421 euro di fondi europei Pon Metro. E consente di effettuare attività fisica nel rispetto del distanziamento sociale e delle misure di sicurezza. «Crediamo che anche lo sport – ha sottolineato il vicesindaco e assessore allo Sport, Andrea Tomaello – sia necessario per la ripartenza sia fondamentale per una città come Venezia, soprattutto per giovani e anziani. Il nostro obiettivo è replicare l’installazione di queste strutture anche in altre aree verdi».

area fitness

 

Il messaggio di Cassina

Un plauso alla strategia adottata dal Comune è arrivato proprio dal ginnasta iridato alla sbarra.
«L’Amministrazione comunale – ha detto Cassina – ha sposato e appoggiato un progetto di grande nobiltà. Quello che è stato fatto oggi, è iniziato già da tempo e continuerà a essere portato avanti, darà un grande aiuto, nonostante le difficoltà che ognuno di noi ha vissuto in quest’ultimo anno e mezzo».

«Perché – ha proseguito il campione, brianzolo di nascita ma veneto d’adozione – nello sport pensare di diventare un campione è l’ultimo passaggio. Prima bisogna essere campioni nella vita, che vale molto, molto di più. Sono importanti la passione e la condivisione di sani valori, che sono quelli che aiuteranno i piccoli e le nuove generazioni. Ma non solo, perché ognuno di noi ha sempre qualcosa da imparare da chiunque».

area fitness
Il campione olimpico Igor Cassina e il vicesindaco di Venezia Andrea Tomaello

Le varie realtà nel mondo

A Malaga e provincia, nel Sud della Spagna, sono oltre 400 le aree attrezzate.
A Bilbao (dove gli anziani sono oltre il 24% dei residenti) il Comune nel 2019 ha inaugurato due parchi pubblici con attrezzi per giochi cognitivi rivolti agli anziani.
A Londra c’è il London’s Hyde Park Senior Playground che è una struttura all’aperto gratuita situata ad Hyde Park e comprende sei attrezzature progettate a misura dei diversi livelli di disabilità.
E ancora a Berlino e in diverse cittadine del Portogallo, dove il numero dei pensionati è cresciuto tantissimo negli ultimi dieci anni grazie alle facilitazioni fiscali.

anziani ginnastica

Il programma “Salta, cori, zoga!”

A Venezia, il progetto della palestra outdoor aperta a tutti si coniuga con un’altra iniziativa post-pandemica:  “Salta, cori, zoga! (gioca ndr). Lo sport a Venezia riparte dai parchi”. Presentata in occasione dell’inaugurazione della nuova area fitness, mira a favorire la ripartenza delle attività motorie mettendo a disposizione gratuita delle associazioni sportive del territorio alcune aree verdi e piastre polivalenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  sport