Salute +

Green Pass obbligatorio: il 68,4% degli italiani è favorevole

Green Pass obbligatorio: il 68,4% degli italiani è favorevole
Certificato verde

L’annuncio del presidente francese Macron sull’obbligo per i cittadini dai 12 anni in su di disporre del Green Pass per accedere dal 1 agosto a molte attività e luoghi pubblici vede d’accordo anche gli italiani.
Secondo un’indagine di Euromedia Research, infatti, il 68,4% di loro è favorevole al pass abbligatorio che attesti l’essersi sottoposti al ciclo completo di vaccinazione anti-Covid per entrare nei ristoranti, negli alberghi, nei cinema, sui treni, sugli aerei.
E il 69,2% condivide la decisione di sospendere l’attività lavorativa e i relativi compensi per il personale sanitario non vaccinato entro il 15 settembre. L’analisi ha anche dimostrato che motivare le persone può essere di aiuto, in particolare per azioni di routine come lo sono diventati i vaccini.
La risalita dei casi di Covid, legata principalmente alla variante Delta sta spingendo anche diversi virologi e infettivologi, da Roberto Burioni ad Andrea Crisanti, a sostenere l’obbligo di vaccinazione o del Green Pass. Al centro dell’attenzione c’è soprattutto la fascia degli ultra sessantenni con un “buco di 2,5 milioni di persone rispetto alla tabella di marcia delle vaccinazioni, ma la stretta potrebbe allargarsi ad altri blocchi della popolazione.
Nel frattempo, il Governo, che si sta confrontando con il Cts, sta mettendo a punto una “linea italiana” sulla questione.
Il green pass potrebbe essere reso obbligatorio solo per gli eventi e non per i ristoranti e i bar, almeno finché i contagi, in Italia, restano bassi. La visione cambierebbe nel caso in cui, a un aumento dei contagi, corrispondesse anche un aumento delle ospedalizzazioni. La decisione sarà presa durante la cabina di regia che si svolgerà nei prossimi giorni.
Alla data del 16 luglio, il 43,5 % della popolazione ha completato il ciclo vaccinale; il 17,6% è in attesa di seconda dose. Complessivamente, contando anche il monodose e i pre-infettati che hanno ricevuto una dose è almeno parzialmente protetto il 61,2% della popolazione italiana. Considerando solo gli over 12, oggetto della campagna vaccinale, la percentuale di almeno parzialmente protetti è del 67,9% mentre il 48,3% è completamente vaccinato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.