Politica +

18 maggio 2021: Il nuovo decreto. Ecco le misure approvate

18 maggio 2021: Il nuovo decreto. Ecco le misure approvate
Palazzo Chigi

Slitta di un’ora il coprifuoco in Italia. E saranno anticipate alcune riaperture, tra le quali quelle delle palestre e dei centri commerciali durante il fine settimana.
Il lungo pomeriggio della cabina di regia e successivamente del Consiglio di ministri, si è concluso e domani, 18 maggio, sarà già pubblicato in Gazzetta ufficiale il nuovo decreto.

18 maggio: Coprifuoco

A partire dalla pubblicazione ufficiale del nuovo decreto, il coprifuoco è fissato in tutta Italia per le ore 23.
Per un periodo di transizione perché, dal 7 giugno, l’orario sarà posticipato alla mezzanotte.
Non è escluso che per qualche regione la fine del coprifuoco arrivi prima della data fissata in calendario: in quelle che, secondo i nuovi parametri approvati, sarà riconosciuta la zona bianca, infatti, il coprifuoco verrà meno. Succederà, se i dati si mantengono, dall’1 giugno in Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna.
A partire dal 7 giugno anche in Abruzzo, Veneto e Liguria.

22 maggio: centri commerciali e fiere

I parchi commerciali, i centri commerciali e le fiere potranno riaprire durante il fine settimana.
Ugualmente, gli impianti di risalita in montagna, chiusi dalla scorsa estate

24 maggio: palestre

Le palestre potranno tornare a lavorare prima della data prevista dell’1 giugno.
Riapriranno infatti già dal 24 maggio.

1 Giugno: bar e ristoranti

Se fin dal 18 maggio si potrà cenare fuori e rincasare per le 23, a partire dall’1 giugno lo si potrà fare anche nei ristoranti che non hanno spazi esterni. 
Al bar si potrà consumare al banco.
Dall’1 giugno, inoltre, si potrà assistere a competizioni sportive all’aperto, ma non oltre al 25% della capienza dei luoghi in cui queste si terranno e comunque non in più di mille persone.

7 Giugno coprifuoco alle 24 in tutte le aree gialle

15 Giugno: Matrimoni ed eventi

I futuri sposi possono iniziare a fissare la data del loro matrimonio con tanto di invitati.
A partire dal 15 giugno, infatti, il settore del wedding potrà riprendere.
Ma a una condizione, ossia che tutti coloro che parteciperanno ai festeggiamenti di matrimonio siano dotati di green pass, ossia delle certificazione di avvenuta vaccinazione oppure con il risultato negativo di un test rapido effettuato entro le 48 ore precedenti l’evento.
Potranno riaprire anche i parchi tematici e riprendere le attività congressuali. 

21 Giugno: eliminazione del coprifuoco in tutta Italia

1 Luglio: le discoteche

Per passare una serata in discoteca, al Casinò o una giornata in un centro termale, invece, si dovrà attendere l’1 luglio. Ugualmente vale per le piscine al chiuso, per i centri ricreativi o sociali e per le manifestazioni sportive al chiuso, che dovranno mantenere i limiti fissati già dal precedente decreto, ossia una capienza non superiore al 25% di quella massima consentita dall’impianto e comunque non superiore alle 500 persone (1000 se all’aperto).
Sempre dall’1 luglio potranno riprendere i corsi di formazione in presenza.

Consuelo Terrin

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.