Venezia: inedita mostra fotografica per i 70 anni del Circolo La Gondola

Paolo-Monti,-Venezia-1950
Nella foto in alto: Paolo Monti, Geometria 1959

Codice Sorgente 1948/2018: dialogo tra storia e contemporaneità

 

Il Circolo Fotografico La Gondola di Venezia compie 70 anni. Per celebrare l’anniversario ha allestito a Palazzetto Tito, una delle suggestive sedi della Fondazione Bevilacqua La Masa, a Venezia, una collettiva inedita, “Codice Sorgente 1948/2018”, che si potrà visitare fino al 22 marzo 2019.
Dal 1948, anno in cui Paolo Monti, Gino Bolognini, Luciano Scattola e Giorgio Bresciani lo fondarono, di strada il Circolo ne ha percorsa parecchia. E superare i 70 anni di attività con numeri importanti non è cosa da poco. Iscritto  fin dalla nascita alla Federazione Italiana Associazioni Fotografie con il numero 12, è stato insignito delle onorificenze Benemerito della Fotografia Italiana (B.F.I.) e Encomiabile della Fotografia Italiana (E.F.I.).

Attualmente conta 304 soci iscritti,  144 mostre allestite e oltre 3.150 serate sociali a tema organizzate con la partecipazione dei grandi maestri della fotografia. Sul suo sito registra un accesso medio di 5.000 utenti l’anno e pubblica online un suo Notiziario dal 1976.  E’ una realtà importante nel tessuto culturale veneziano e dispone di un archivio, in gran parte digitalizzato, che conta 25.000 vintage conservate nella sede della Casa dei Tre Oci alla Giudecca.

 

Da sx foto di Fulvio Roiter – Cloe 1950 – e Daniele Orfano

FOTOGRAFI CONSAPEVOLI

«La mission del Circolo Fotografico La Gondola – spiega il Presidente Massimo Stefanutti – è sempre stata quella di crescere “fotografi consapevoli” con una propria individualità, personalità e senso critico. Chi entra da noi è invitato a “gondolizzarsi” che non vuol dire seguire il pensiero unico, ma deve mettersi in discussione, essere disponibile a pensare fotograficamente con diverse modalità. Questo significa mettere nel proprio cervello fotografico le visioni ed esperienze altrui, premere il pulsante del frullatore mentale e farne uscire un prodotto nuovo fondato sulla creatività appresa e sul suo sviluppo, oltre che sul proprio talento».

 

La mostra Codice Sorgente 1948/2018 a Palazzetto Tito, Venezia

CODICE SORGENTE 1948/2018

La collettiva allestita per il settantesimo dalla nascita del Circolo cela nel titolo la mission dell’associazione e il suo significato. Come il codice sorgente nel linguaggio informatico definisce il flusso di esecuzione di un programma, così la mostra diventa un originale dialogo tra storia e contemporaneità.
«Non si tratta di una mostra storica ma di una collettiva che sviluppa il concetto di autore -sottolinea Massimo Stefanutti-. Sono state scelte dall’Archivio del Circolo Fotografico 200 fotografie invitando i soci a confrontarsi con questi scatti d’epoca per poi creare, lavorandoci, un’immagine contemporanea».

 

Da sx foto di Gino Bolognini – Notturno 1951 – e Giorgio Semenzato
Da sx foto di Giorgio Giacobbi – Arte e indifferenza 1962 – e Fabrizio Brugnaro

Con un’opera di condivisione, imitazione, riproduzione, derivazione, plagio, ma anche semplice ispirazione, 29 autori hanno prodotto 33 progetti esposti in coppia e a confronto tra loro. Un gioco di specchi nel quale autore e fruitore si guardano negli occhi e cercano di comprendersi a vicenda: due codici sorgenti si evidenziano, confrontano e scontrano diventando forieri di mille interpretazioni e di letture mai veramente terminate. Chi è l’autore?

 

Da sx foto di Luigi Ferrigno – Venezia Campo del Ghetto Novo 1960 – e Mariateresa Crisigiovanni

 

1 commento su “Venezia: inedita mostra fotografica per i 70 anni del Circolo La Gondola”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter