Economia +

Cashback per ritardi in autostrada dovuti ai cantieri: ecco come funziona

Cashback per ritardi in autostrada dovuti ai cantieri: ecco come funziona
autostrada

Se il vostro viaggio in macchina attraverso l’autostrada vi porta ad arrivare a destinazione con ritardo, ora Autostrade per l’Italia vi rimborserà il costo del pedaggio.
E’ infatti attiva una formula di cashback che prevede il 100% del rimborso dei pedaggi autostradali nel caso di lunghe code o traffico sostenuto per cantieri.
La misura, già preannunciata a fine giugno dall’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi, entra nel vivo con una fase sperimentale.
Il rimborso delle spese di pedaggio sarà automatico se sono comprovate le condizioni di disagio per tutti gli automobilisti interessati. La soglia minima prevista è di 15 minuti di ritardo.
Il rimborso viene calcolato dal casello di entrata al casello di uscita mentre il tempo medio di percorrenza è stimato sulla base di una velocità media di 100 km/h per le automobili  e di 70 km/h per i mezzi pesanti. Il risultato viene incrociato poi con quello stimato da Google Maps in tempo reale sui tratti sui quali ci sono cantieri.
Chi avrà dunque diritto al rimborso lo riceverà direttamente sul proprio Telepass, o in mancanza di esso, per quanti pagano il pedaggio in contanti o con carte di credito, sulla app “Free to X” scaricabile su smartphone dagli store Android o Apple. Ovviamente per questi ultimi è richiesto l’invio della foto dello scontrino.
L’iter procedurale prevede fino a metà settembre una fase di test che coinvolgerà 6mila utenti della app Free to X, poi, fino al 31 dicembre 2021, una fase sperimentale aperta a tutti, sempre attraverso la app Free to X ed entrerà a regime nel 2022.
Questa misura che prevede uno stanziamento di 250 milioni di euro, va in supporto al processo di ammodernamento della rete autostradale che porta con sé inevitabili ritardi sulle tratte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.