Bonus vacanze: conto alla rovescia per il via

sky line jesolo
Nella foto in alto: sky line jesolo

Il conto alla rovescia per l’avvio del bonus vacanze si sta per concludere.
Dal 1 luglio, gli aventi diritto potranno infatti richiedere e spendere per i propri soggiorni in strutture ricettive italiane il contributo fino a 500 euro previsto dal Decreto Rilancio.
Sono ore febbrili, sia suL fronte dei vacanzieri, che su quello dei gestori di alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed&breakfast.

Alla ricerca di informazioni

Il meccanismo del bonus vacanze è organizzato totalmente in forma digitale, a partire dall’erogazione. Questa avviene infatti esclusivamente attraverso IO, l’app gratuita dei servizi pubblici. È inoltre necessario autenticarsi con la propria identità digitale SPID o con la propria carta d’identità elettronica.

E anche la ricerca di informazioni da parte dei possibili fruitori avviene soprattutto attraverso i motori di ricerca di internet. Al riguardo, a cercare maggiormente notizie sono i residenti in Umbria, seguiti da quelli di Campania e Puglia. Il Veneto è al 7° posto tra le 20 regioni d’Italia in questa particolare classifica online.

Ma anche il telefono è una modalità molto utilizzata per informarsi. «In questi giorni – conferma Giorgio Gagliardi, direttore dell’Aja, l’associazione degli albergatori di Jesolo – abbiamo ricevuto moltissime chiamate. E la richiesta principale è stata quella relativa alle strutture che accettano il bonus».

Gli albergatori si organizzano

Le strutture ricettive non sono infatti obbligate ad ricevere in pagamento il bonus vacanze.
«Noi – riprende il direttore di Aja – suggeriamo però a tutti di accettare il bonus. Anche perché, grazie alla convenzione con Fidi Impresa e Turismo, ricordo che a fine stagione acquisiremo da chi ne farà richiesta i crediti d’imposta, garantendo la liquidità». Intanto, proprio in vista del via del 1 luglio, l’associazione si è riunita in forma telematica con tutti gli operatori turistici per spiegare la gestione delle procedure legate al bonus stesso.

Un gioco di squadra che, allargato, verrà messo in campo anche a livello di promozione. Per la prima volta, infatti, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna si muoveranno insieme sul mercato tedesco. I 300 km di spiagge del nord Adriatico verranno così proposte in Germania come una destinazione unica con tante diverse opportunità.
La campagna “Die Italienische Adria” sarà proposta sul più famoso sito di previsioni meteo tedesco (wetter.com) e sui canali tv nazionali privati generalisti.

Bonus vacanze: alcuni dati essenziali

Il bonus previsto dal Governo è spendibile comunque solo in Italia. E hanno diritto ad ottenerlo i nuclei familiari con un reddito ISEE fino a 40.000 euro.
Per il calcolo dell’ISEE va presentata la Dichiarazione sostitutiva unica, anche quella precompilata con i dati autodichiarati dall’utente e quelli forniti da Agenzia delle Entrate e Inps.

L’entità del bonus, in concreto, dipenderà poi dal numero di componenti del nucleo familiare. Si va da 500 euro per i nuclei composti da 3 o più persone, scendendo a 300 per quelli con 2 persone e 150 per i nuclei con una sola persona. Il bonus potrà essere speso, in un’unica soluzione, entro il 31 dicembre, presentandolo in forma digitale al momento del pagamento della vacanza.

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: