fbpx

Biblioteche tra libri, eventi e nuove generazioni

bimbi in biblioteca

Al via il progetto Vez legato alle scuole e ai “Giovani Talenti”

 

Biblioteche comunali crescono. Nei numeri che riguardano le sedi, in quelli relativi alle acquisizioni, agli eventi, alle ore di apertura al pubblico.
Soprattutto, crescono i frequentatori delle biblioteche, dove non ci si reca più solo per consultare un libro o chiederlo in prestito ma si è coinvolti in iniziative e laboratori, in gruppi di lettura e incontri con gli autori.
Le biblioteche cambiano, si allargano, si specializzano, fanno sempre più rete. Diventano luoghi di incontro e di convivialità.
A Venezia sono 26, 19 delle quali comunali. Di queste, due sono piuttosto recenti: la biblioteca per bambini e ragazzi Vez-Junior e, soprattutto, la biblioteca specialistica sulle fortificazioni militari di Porto Marghera. Un ampliamento è previsto a breve per la civica Vez di Villa Erizzo, da sempre polo di riferimento per Mestre.

 

 

I dati

Il patrimonio della Rete Biblioteche conta oltre 410 mila documenti.
Nel 2018 gli acquisti hanno toccato quota 17 mila e il trend è in crescita nel 2019.
Biblioteche ben fornite quindi, riorganizzate sulla base di precisi target di utenti, specializzazioni o funzioni.
Si va così dalla grande Vez alle tre biblioteche per bambini e ragazzi Bettini Junior, Vez Junior e Biblioteca di Carpenedo Bissuola. Dai punti di prestito Gazzera-Chirignago, San Tomà  e, a breve, di Rione Pertini, alle biblioteche specialistiche come quelle di Forte Marghera o la Pedagogica Lorenzo Bettini di via Dante fino alle municipali Bruni di Favaro, di Marghera, Zelarino e Hugo Pratt del Lido, che hanno un bacino di utenza medio ampio e costituiscono punti di riferimento importanti in città.

Biblioteca Vez Junior, a Mestre.

 

Eventi nelle biblioteche

Le biblioteche del territorio sono in una fase di evoluzione. Diventano vive, accogliendo non solo per mettere a disposizione dei libri ma interagendo con il pubblico.
Non è un caso se il numero degli eventi è triplicato nel tempo.
“Dal 2015 a oggi le biblioteche comunali si sono proposte con oltre 4000 eventi- dice l’assessore comunale alle Politiche di coesione sociale Simone Venturini –Quest’anno sono 1500 . Ne siamo orgogliosi. Abbiamo ampliato l’offerta e la qualità delle biblioteche, guardando in modo particolare ai giovani e ai bambini. Ma un dato significativo in termini di impatto sulle esigenze dei cittadini è anche quello relativo alle ore di apertura, che sono pasate da una media settimanale di 476 ore nel 2015 alle 578 ore del 2018. Aumenteranno ancora, fino a poter assicurare la fruizione tutti i giorni, mattina e pomeriggio”.

Nuovi progetti per le biblioteche

Sono numerosi i progetti al via proposti dalle biblioteche del territorio. Alcuni di questi risultano inediti perché saranno le biblioteche “a spostarsi” raggiungendo i ragazzi delle scuole. E viceversa. E’ il caso di “Progetto-Frequenze Vez Giovani 2019/2020”, destinato ai giovani talenti delle scuole secondarie di secondo grado e volto a farli diventare protagonisti della vita culturale della città. Articolato nelle proposte “Giovani Talenti”, “La scienza è un gioco da ragazzi “e “PartecipaTTivi”, il progetto, che si inserisce anche nell’alternanza scuola-lavoro, si concluderà con un festival dedicato alla letteratura giovanile, aperto a tutta la cittadinanza.

Le candidature degli alunni talentuosi potranno essere presentate dagli insegnanti inviando inviando una mail a:frequenzevez@comune.venezia.it entro sabato 19 ottobre 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter