fbpx

All’aeroporto con 1,5 euro. In arrivo la riduzione per i residenti

autobus-Actv

Arrivare all’ aeroporto in autobus, pagando il biglietto solo 1,5 euro anziché gli attuali 8 euro.
A breve, per i Veneziani dotati di Carta VeneziaUnica, tutto questo sarà una realtà. La Giunta comunale di Venezia è infatti prossima a discutere la delibera che reintroduce la tariffazione ordinaria sui collegamenti con il “Marco Polo” di Tessera. Anche se solo per i residenti.

Una modifica attesa da anni

Gli 8 euro sono sempre stati percepiti come un balzello, da chi vive a Venezia. Ma, in precedenza, non è mai stato possibile accogliere le richieste dei residenti. Anche perché il biglietto maggiorato di Actv ha una tariffa allineata con quella applicata dalle altre aziende di trasporto pubblico (Atvo e Alilaguna) che garantiscono i collegamenti con il terminal aeroportuale.

La chiave di volta, per arrivare all’ormai prossimo risultato è il risanamento dei conti di Comune e società partecipate, ottenuto dall’attuale Amministrazione. Questo ha liberato le risorse necessarie per consentire ad Actv di coprire l’inevitabile riduzione di introiti che deriverà dalle nuove norme. Anche se, con tutta probabilità, buona parte dei 7 milioni annui garantiti dall’aerobus derivano dai biglietti acquistati dai turisti.

Tratta Bus-Aeroporto: il cavillo delle fermate

Finché non sarà approvata ed entrerà in vigore la delibera, si continuerà così con la situazione attuale. Che presenta alcuni aspetti al limite del paradosso. Ad esempio, chi utilizza i bus Actv delle linee 5 (da Piazzale Roma), 45 (da Favaro, con alcune corse dalla Stazione di Mestre) e 15 (dalla Stazione nei giorni feriali e da Villabona in quelli festivi) paga già 1,5 euro, ma solo se scende in centro a Tessera. Basta la fermata aggiuntiva dell’aeroporto per rischiare la sanzione se non si sono pagati gli 8 euro. Per assurdo, però, chi resta a bordo del “45” fino a una delle due fermate dopo l’aeroporto (“Triestina Laguna” e “Ca’ Noghera”) torna a pagare il biglietto “standard”. Basta non scendere al Marco Polo.

E si tratta, tutto sommato, di tragitti brevi. Da Piazzale Roma all’aeroporto, la linea “5” da orario ci mette 21 minuti; la “45”, 12 minuti da Favaro (17 fino a Ca’ Noghera). Per la “15”, la percorrenza feriale Stazione di Mestre-Marco Polo è prevista in 24’, quella festiva Villabona-Aeroporto in 42’.

Abbonamento o biglietto

In alternativa, non sono previsti costi extra per chi dispone di un abbonamento “Rete unica”. Ovvero l’unico che permette di usufruire di tutte le linee, di navigazione e automobilistiche, della rete urbana Actv. Comprese quelle per l’aeroporto. Il carnet da 10 corse (in vendita a 14 euro), il biglietto di bordo automobilistico ordinario 75 minuti (da 3 euro), i biglietti validi più giorni (1, 2, 3 o 7) e i “Biglietti metropolitani” (in vendita a 20 euro per i residenti nel territorio metropolitano allargato a Mogliano) escludono infatti espressamente il collegamento con lo scalo aeronavale.

Per l’aeroporto, le tariffe in vigore sono quelle da 8 euro per il biglietto da 75 minuti, da 15 euro per l’andata-ritorno (ciascun percorso con validità 75 minuti) e da 14 euro per lo spostamento con la linea 5 e poi con il servizio di navigazione, sempre entro 90 minuti.

1 commento su “All’aeroporto con 1,5 euro. In arrivo la riduzione per i residenti”

  1. Decisione saggia. Secondo me l’abbonamento rete unica per i residenti dovrebbe prevedere anche il trasporto su Alilaguna…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter