fbpx

È IL VIAGGIO 4.0… BELLEZZA!

M7-app

Anche per il Trasporto Pubblico Locale arriva l’era delle App. Oggi, per prendere un bus, si usa lo smartphone


Sono due le cose di cui non puoi fare a meno se abiti in una grande città: uno smartphone e i mezzi pubblici. Il “telefonino” è ormai diventato uno strumento di connessione personale tra ognuno di noi e il mondo, indispensabile aiuto per gestire, organizzare ed essere reperibili h24 nella frenetica vita moderna. E, nell’era dell'”Internet Delle Cose”, avere tutto a portata di un click, anzi di un “tap”, è sicuramente un passo avanti verso il riappropriarsi del proprio tempo e della gestione della propria vita.
Tra le migliaia, o milioni, di “App” disponibili, iniziano ad affacciarsi anche quelle che ci consentono di interagire con i mezzi pubblici. Sembra fantascienza, invece è un tipo di servizio, sia informativo, sia operativo, che semplifica la fruizione dei mezzi e il rapporto con il gestore del trasporto: è l’inizio dell’era del “Trasporto 4.0”. Studiare il tragitto da casa o al bar mentre si fa colazione, sapendo in tempo reale gli eventuali ritardi o scioperi, potendo acquistare il biglietto o ricaricare l’abbonamento mensile del trasporto urbano comodamente dallo smartphone, sono tra le funzioni che queste App rendono disponibili a chiunque le scarichi.
Per chi abita o lavora nella città di Venezia è utile scaricare l’App “Venezia IMOB”, da cui si può tenere sotto controllo la propria carta iMob o Venezia Unica. L’App è semplice da usare: chiede solo di inserire il codice della propria carta, della quale si possono vedere i biglietti ancora disponibili, fornendo poi anche news aggiornate su eventuali interruzioni di servizio, su scioperi o su modifiche temporanee dei percorsi. Utilissima anche la lista delle fermate del servizio acqueo, dalla quale si può controllare l’ora di passaggio del prossimo vaporetto. Chi non ha la tessera iMob/Venezia Unica può scaricare l’App “AVM Venezia official App”, che consente di acquistare titoli di viaggio direttamente dallo smartphone. Una volta acquistato il biglietto, lo si deve validare ai “tornelli” tramite il QR-Code che appare sullo schermo del telefono. Ogni tornello ha un lettore apposito che convalida il titolo di viaggio. La funzione veramente utile dell’App dell’Azienda Veneziana della Mobilità è la ricerca delle fermate (di acqua e di terra) più vicine alla posizione attuale: con due click, si possono vedere quelle nel raggio di qualche centinaio di metri, con evidenziati i prossimi passaggi dei mezzi. Tramite un ulteriore click, l’App si connette con il servizio di “mappe” del vostro apparecchio e vi fornisce il percorso più rapido per raggiungere la fermata. Davvero comodo!
Anche ATVO, l’Azienda di trasporti del Veneto Orientale, propone la sua soluzione di Trasporto 4.0, con un’App elaborata in collaborazione con il MIT e l’Università di Trieste. Basta digitare “app.atvo.it” per accedere all’App, in versione italiana ed inglese, facile da usare e gratuita, che funziona su qualsiasi sistema operativo. L’App permette di organizzare ogni fase del trasporto: mostrando dove andare e come, suggerendo le varie coincidenze con altri mezzi, quali vaporetti o altri veicoli si possono utilizzare (offendo varie alternative per ogni tratta), e indicando orario di arrivo e costo dei biglietti.
«L’applicazione – spiega Fabio Turchetto, presidente di ATVO – fornisce subito tutto il percorso, compresa la distanza a piedi per arrivare a prendere l’autobus, indicando, se necessario, anche il cambio di compagnia di trasporti. Nel caso si perda una corsa, il sistema permette la sospensione di un biglietto ed il suo riutilizzo per quella successiva. Inoltre permette la ricarica per pagare biglietti di tratte gestite da aziende diverse e rimborsa le ricariche inutilizzate. Si può inoltre, per esempio, acquistare il biglietto di uno spettacolo teatrale, oltre che organizzare comodamente un viaggio».
Immancabile, in questo breve viaggio nel Trasporto 4.0, anche la regina delle App per il Trasporto Pubblico Locale: Moovit. Moovit è l’applicazione gratuita per smartphone che consente di muoversi sui mezzi pubblici in modo veloce, facile e innovativo. Lanciata nel marzo del 2012 in Israele, nel 2013 ha cominciato la sua espansione internazionale ed è oggi attiva in oltre 700 città di tutto il mondo, tra cui New York, Boston, Rio de Janeiro, Parigi, Londra, Madrid, Berlino e anche Venezia.
L’App israeliana punta tutto sulla facilità di utilizzo. Si apre con una mappa centrata sulla posizione attuale del telefono, proponendo in una lista le fermate più vicine, i numeri delle linee che ci passano e il tempo necessario a raggiungerle a piedi. Inserendo nel campo di ricerca la destinazione, una via o un locale (ristorante, albergo o un museo), l’App suggerisce i percorsi migliori, evidenziando le linee da prendere, i tempi di percorrenza e gli orari di partenza e arrivo, compresi eventuali parti di tragitto a piedi.
Siamo dunque all’inizio di una nuova era del Trasporto Pubblico Locale e, ad oggi, forse conviene avere più di un’App sul proprio telefono, per riuscire a coprire tutte le esigenze. Ma, per chi è abituato ad usare le funzioni “smart” del proprio smartphone, non sarà sicuramente un problema cercare il percorso su Moovit, controllare su Venezia IMOB se il traffico dei mezzi pubblici è regolare, per poi spostarsi su AVM Venezia official App o su ATVO e acquistare il biglietto. Pare sicuramente più comodo ed efficace che stare ad aspettare alla fermata sbagliata o rincorrere i passanti per chiedere informazioni e doversele ricordare.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter