Tronchetto, un’isola al servizio di tutta la città

progetto-complessivo-di-riordino

Si chiama “Isola Nuova”, ma nuova, a breve, lo sarà davvero: grazie alla riqualificazione complessiva (anche in termini di sicurezza) approvata dalla Giunta Comunale, il Tronchetto si prepara a vivere una rifunzionalizzazione che metterà l’isola davvero al servizio di tutta la città di Venezia, nella sua articolata realtà.

Le due delibere, che ora verranno portate alle Commissioni consiliari e poi in Consiglio, sono il punto d’arrivo di un percorso partecipato durato due anni. Il progetto di riordino a cui l’Amministrazione ha dato il via libera comprende dunque una lunga serie di interventi e progetti, anche legati a precedenti provvedimenti, che ora troveranno concreta esecuzione, consentendo di ottenere una nuova organizzazione del Tronchetto che risulti più adeguata alle esigenze della Città, d’acqua e di terra. Interventi che, per di più, non graveranno per un solo centesimo sulle casse pubbliche, visto che il costo del progetto sarà interamente a carico dei privati.

A parole, si può solo provare ad anticipare con qualche esempio concreto, quello che sarà il “nuovo” Tronchetto.

La nuova caserma dei carabinieri (rendering)

Nella parte nord dell’isola, verrà ad esempio realizzata la nuova caserma dei Carabinieri: una struttura di 398 metri quadri, alta 6,3 metri, realizzata “a elle” in un’area di circa 1.000 metri quadri con a disposizione una corte interna e pannelli solari e fotovoltaici sul tetto.

Area del centro logistico interscambio merci (progetto)

Ancora, il Centro Logistico di interscambio merci sarà adeguato in modo da poter ospitare al suo interno tre funzioni essenziali per gestire la Città, dal punto di vista economico, ma anche da quello amministrativo: a fianco del Consorzio Ortofrutticolo Tronchetto e al Mercato Ittico (che saranno riposizionati) troverà infatti posto la sede del Comando della Polizia Locale, con la Smart Control Room, da cui verrà controllato anche il traffico acqueo.

Planimetria del progetto di riordino

Anche la mobilità, in particolare quella turistica, trarrà benefici dalla riorganizzazione. L’area adiacente alla stazione del People Mover sarà sistemata, attraverso la realizzazione di un nuovo fabbricato per i servizi igienici (con 30 bagni, spazi per la guardiania e un locale nursery), oltre ad uno spazio da dedicare al mercato turistico giornaliero (con 25 stalli). In una seconda fase, nell’area troverà posto anche un nuovo ampio parcheggio per autobus, con illuminazione notturna, all’interno del quale potranno sostare ben 27 mezzi turistici pesanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social