fbpx

Accesso più facile per i disabili in tutte le 23 Ztl della regione

Liberi di muoversi, oltre ogni barriera. È solo uno slogan, ma sintetizza bene il senso dell’iniziativa lanciata dalla Regione Veneto a favore della mobilità dei disabili che ora potranno accedere a tutte le Ztl senza rischiare di essere multati se non si trovano nella propria città. Il progetto, operativo da subito, si chiama “Zetatielle network” e unifica la gestione delle liste dei mezzi dei disabili abilitati. Una realtà che, nella nostra regione, coinvolge 115.000 persone. In concreto, grazie al nuovo sistema, i pass per gli accessi saranno effettivamente utilizzabili dagli aventi diritto in tutti i 23 Comuni veneti che adottano la Ztl. Una validità su tutto il territorio nazionale che è formalmente già prevista dalla legge ma, in pratica, le cose sono diverse perché finora le liste sono state gestite dai singoli comuni. Questa situazione ha portato a 10 milioni di controlli sulle Ztl che ha fruttato 250 mila contravvenzioni e 6000 ricorsi, vinti nel 75% dei casi.Le Amministrazioni hanno avuto un costo annuo di oltre mezzo milione di euro. Con la gestione centralizzata, le targhe “lette” dalle telecamere saranno invece tutte quelle abilitate dai singoli Comuni. Ne beneficeranno i disabili, che non dovranno ricorrere alle vie legali per vedere riconosciuti i propri diritti, ma anche le casse pubbliche, visto che si eviterà di perdere tempo e sostenere spese inutili.   Il Veneto si propone come capofila per un progetto che possa essere esportato in tutta Italia. Se si arriverà a una banca dati unica, i disabili potranno spostarsi senza problemi anche all’interno delle Ztl delle altre regioni. Una risposta di civiltà per chi, nella vita, si trova ad affrontare già tante barriere reali.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter